in ,

Gianna Del Gaudio news: Dna del marito sul suo sangue, nuovo enigma da risolvere

Una traccia mista di Dna, che gli inquirenti hanno codificato come “31-2”. In quella macchia di sangue appartenente a Gianna Del Gaudio, la Scientifica ha isolato anche il profilo genetico di Antonio Tizzani, marito della vittima unico indagato per il delitto. Un nuovo enigma da risolvere, questo, per gli inquirenti, già alle prese con il rompicapo del Dna di Ignoto 1 da risolvere: il profilo di un uomo non identificato sul taglierino ma non sui guanti in lattice, che sarà confrontato con circa 70 campioni di Dna prelevati dagli investigatori a vicini di casa e conoscenti della insegnante uccisa.

Se da un lato gli ultimi sviluppi delle indagini alleggerirebbero dunque la posizione di Tizzani, collocando sulla scena del crimine un soggetto estraneo alla famiglia della vittima, dall’altro però complicano la posizione dell’uomo: Tizzani ha infatti sempre dichiarato di non aver mai toccato la moglie esanime e insanguinata, né di essersi mai sciacquato le mani dopo averla ritrovata cadavere, tant’è che all’arrivo dei carabinieri nella villetta a Seriate gli indumenti che indossava erano completamente puliti. Come si spiega dunque la presenza del suo Dna sul sangue della vittima?

Leggi anche: Omicidio Gianna Del Gaudio, arma delitto: si fa strada la pista della simulazione

Il nodo della matassa è ancora lungi dall’esser sciolto, nel frattempo Antonio Tizzani, indagato a piede libro per il delitto, ieri è salito a bordo di un treno che lo ha portato ad Avellino, suo paese natale, dove trascorrerà i prossimi giorni accanto all’anziano padre malato.

Seguici sul nostro canale Telegram

Bebe Vio Vaccini Meningite

Vaccini, Bebe Vio: ‘Se fossi stata vaccinata, non avrei preso la meningite’

Halloween Roma eventi 2016

Halloween Roma 2016: tutti gli eventi e le feste più esilaranti