in

Giappone, acqua radioattiva di Fukushima sversata nell’Oceano: «E’ l’unica soluzione»

Le notizie che arrivano dal Giappone sono parecchio allarmanti. Nel marzo del 2011 un terribile tsunami ha provocato ingenti danni alla centrale nucleare di Fukushima. Il fatto ormai è storia e i danni alla centrali sono tutt’ora molto importanti. A distanza di 8 anni si è presentato un nuovo problema: l’acqua radioattiva. Sembra che la la società Tokyo Electric Power (Tepco), che gestiva la centrale nucleare, sarà costretta a sversare l’acqua direttamente nell’Oceano Pacifico.

Giappone acqua radioattiva oceano

Giappone: acqua radioattiva nell’Oceano

Si tratta di una soluzione molto drastica, ma la società ci tiene a sottolineare che al momento sembra l’unica attuabile. Dopo il sisma Tepco ha stoccato nella zona destinata alle riserve nella centrale più di un milione di tonnellate di acqua contaminata, proveniente dai condotti di raffreddamento dei reattori e non ha più spazio per immagazzinarne altra. L’acqua proveniente dalla centrale è stata ripulita delle sostanze più radioattive, ma contiene il trizio, ha  spiegato Tepco, un isotopo dell’idrogeno considerato relativamente innocuo, e che viene comunemente rilasciato in mare dalle centrali nucleari. Al momento si tratta solo di un’ipotesi, ma la soluzione di sversare l’acqua radioattiva in mare ha irritato i residenti della zona e i pescatori. Non solo, potrebbe avere ripercussioni anche nei rapporti con i Paesi dell’area, a cominciare dalla Corea del Sud, con cui i rapporti sono al punto più basso da decenni.

Giappone acqua radioattiva oceano


leggi anche: Perché Casa Pound è stata cancellata da Facebook

L’opzione al momento è solo un’ipotesi

Il governo è in attesa di un rapporto degli esperti, poi prenderà una decisione definitiva su come smaltire l’acqua radioattiva. Il segretario di gabinetto giapponese Yoshihide Suga, in una conferenza stampa separata, ha precisato però che i commenti di Harada, il ministro dell’Ambiente, sono “la sua personale opinione“. Tepco non può decidere cosa fare, seguirà le istruzioni governative. Lo spazio per immagazzinare l’acqua finirà definitivamente entro il 2022. Al momento Harada non ha specificato quanta acqua contaminata dovrebbe essere riversata nell’Oceano.

casapound eliminata facebook

Perché Casa Pound è stata cancellata da Facebook

costa di mezzate incendio

Costa di Mezzate incendio: il grande botto e poi il fumo nero