in ,

Gibilterra: torna alta la tensione tra Madrid e Londra

Il governo britannico, in questi giorni, è abbastanza preoccupato dall’idea della Spagna di mettere una tassa d’ingresso a Gibilterra. Si dovrebbero pagare 50 euro per accedere al territorio d’oltremare britannico e, per giunta, ci sarebbe la chiusura dello spazio aereo spagnolo ai voli che si servono dell’aeroporto di Gibilterra. Tutto questo è emerso da un annuncio del Ministro degli Esteri spagnolo, José Manuel Garcia-Margallo. Gibilterra

Secondo quanto emerge dai sondaggi la Commissione europea ha in atto di tenere una riunione con le autorità spagnole a settembre o, al più tardi, ad ottobre. La Spagna muove delle accuse gravi a Gibilterra che favorirebbe dei commerci non regolari, che danneggiano la sua economia.  Il Ministro degli Esteri iberico ha sottolineato che i controlli al confine, seppur causino lunghissime file e conseguenti ritardi, sono leciti perché Gibilterra “non fa parte dei Paesi aderenti al trattato di Schengen sulla libera circolazione delle merci”.

Nonostante tutto, il Governo britannico è convinto che questa “querelle” verrà risolta quanto prima con misure politiche, mantenendo forti e buone relazioni con Madrid. Del resto Gibilterra, conquistata dagli inglesi nel ’700, è sempre stata al centro di rivendicazioni. Lo stesso Franco ha tentato più volte d’isolarla chiudendone le frontiere. Con l’avvento della democrazia i rapporti bilaterali sono migliorati, tanto che nel 2000 è stato firmato l’accordo tra Regno Unito e Spagna in cui si riconosceva la validità dei documenti d’identità di Gibilterra.    

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Difendersi dal caldo: alcuni importanti consigli

Come rinfrescare la casa senza l’uso del climatizzatore