in ,

Giffoni Film Festival 2015: Tom Felton, il cattivo di Harry Potter confessa “Ero agnostico, ma ora ho cambiato idea”

Quinta giornata per il Giffoni Film Festival, altro ospite d’eccezione. Stavolta è il giorno dedicato a Tom Felton, il cattivo di Harry Potter che tutti voi ricorderanno per aver interpretato il personaggio di Draco Malfoy. Ad attenderlo nel piazzale della Cittadella c’è un nutrito gruppo di fan arrivati da ogni parte d’Italia. E stanno lì, immobili, dietro le transenne, resistendo al caldo infernale, solo per un autoscatto o un autografo, nulla di più.

Alla conferenza stampa organizzata con i giornalisti Tom racconta di Risen, il prossimo film, che uscirà nel gennaio 2016. La pellicola biblica racconta la Resurrezione di Cristo e Tom interpreta il ruolo del tribuno insieme a Joseph Fiennes. I due, istruiti da Ponzio Pilato, dovranno far sì che i cristiani non diano vita alla leggenda della resurrezione. Un film che avrà un forte impatto sull’opinione pubblica. “Non sono un esperto del Nuovo Testamento – ha detto Felton durante l’incontro – ma il regista ha fatto tutto il possibile perché il film fosse fedele alla storia. Da piccolo i miei genitori mi hanno abituato ad andare in chiesa e alla religione anglicana ma crescendo sono diventato un ateo convinto, profondamente agnostico e scientifico nei miei ragionamenti. Ma girando questo film ho cambiato idea su molte cose, ho ripensato a molti aspetti della vita”.

Inutile non parlare di Harry Potter, la saga che lo ha sostanzialmente reso famoso, ma Felton nega che il film gli sia servito per divenire popolare a scuola.  “Sono stato molto fortunato a interpretare quei film,  peraltro, a differenza di Daniel Radcliffe, io avevo la possibilità di fare due settimane di riprese e due a scuola, quindi continuavo una vita normale. Non è vero che però Draco Malfoy mi abbia reso molto popolare a scuola: provate a presentarvi in classe con capelli e sopracciglie biondissimi e vedete cosa vi dicono…Io sono diventato famoso giovanissimo ma quello che è importante è non avere l’obiettivo di diventare famosi o ricchi ma di recitare e di diventare dei bravi”. 

Photocredit: DFree/Shutterstock.com

ismaele lulli crocifisso e sgozzato

Pesaro, Ismaele ucciso per gelosia: prima crocifisso e poi sgozzato

lato b dal urlo in spiaggia

Estate 2015, vip mostrano il lato B: ecco i 15 più provocanti