in ,

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967: tracklist e polemiche per festeggiare i 50 anni

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967: 50 anni e 25 di carriera

Gigi D’Alessio oggi, 24 febbraio 2017, festeggia i suoi 50 anni e ben 25 di attività artistica. E per omaggiare sé stesso, l’artista napoletano ha pubblicato 24 febbraio 1967, ovvero il suo  il ventitreesimo album in studio. Cosa dobbiamo sapere sul suo ultimo lavoro discografico? Anzitutto, conosciamo già il primo singolo estratto, La Prima Stella, con cui D’Alessio si è presentato a Sanremo 2017. Di seguito, però, analizziamo le polemiche delle ultime settimane e la tracklist.

—> TUTTO SUL MONDO DELLA MUSICA

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967: la tracklist

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967. Ecco di seguito la tracklist del ventitreesimo album in studio del cantautore partenopeo che oggi festeggia 50 anni.

  1. T’innamori e poi
  2. Benvenuto amore
  3. Ciao
  4. No
  5. La prima stella
  6. L’immensità
  7. Mi chica bomba
  8. Sei
  9. Emozione senza fine
  10. L’estate con te
  11. Pecchè

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967: cover e le polemiche sul presunto plagio

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967, la cover è un plagio? Nelle scorse settimane il cantautore napoletano ha presentato la copertina del suo album in studio. “Ecco la copertina del mio nuovo disco. E’ la mia carta d’identità. Un documento di riconoscimento e credo non ci sia nulla di meglio che raccontarsi con sincerità per farsi conoscere.”

Ma qualcuno ci avrà pensato prima. Pierangelo Bortoli, artista scomparso nel 2002, che nel 1976 scrisse “Eppure Soffia”. Le cover si basano sulla stessa idea della carta d’identità, cambia solo la sfumatura del colore sullo sfondo. L’accusa arriva direttamente dal figlio del cantante scomparso, Alberto, che su Facebook attacca:  “Ciao Gigi D’Alessio sono il figlio del signore coi baffi. La copertina del tuo cd è molto bella, ma non so come mai ha qualcosa di molto famigliare… io e la mia famiglia ci chiediamo se sia un caso.”

E la risposta di Gigi D’Alessio, per difendere la sua scelta su 24 febbraio 1967, non si è fatta attendere: “Ciao Alberto, aldilà della grandissima stima artistica per tuo padre posso assicurarti che è solo un caso la mia copertina praticamente uguale a quella del grande maestro Bertoli. Questo mi conforta perché vorrà dire che il caso ha voluto farmi avvicinare ad un grande. Spero che il mio nuovo disco possa rimanere nella storia come tuo padre, che purtroppo non ho avuto l’onore di conoscere. Ti auguro tutto il meglio. Gigi.”

La polemica si è successivamente conclusa con il figlio di Bertoli che si è “scusato” con D’Alessio evidenziando come gli avesse dato fastidio la sola: “Somiglianza della cover.”

—> TUTTO SU GIGI D’ALESSIO

Gigi D’Alessio 24 febbraio 1967: le polemiche post-Sanremo

Gigi D’Alessio, nelle ultime settimane, ha fatto parlare molto di sé a causa della sua partecipazione a Sanremo 2017. La sua eliminazione, avvenuta durante la semifinale di venerdì, non è andata giù. Il cantautore napoletano ha accusato la giuria, per lui poco indicata professionalmente per una kermesse come quella sanremese. E ancora, successivamente, ha puntato il dito anche contro Carlo Conti evidenziando come senza Gigi D’Alessio e Al Bano nei paesi dell’Est Sanremo non sarebbe stato acquistato.

La Porta Rossa Fiction Rai anticipazioni 24 febbraio 2017: cosa succederà a Cagliostro?

Un Passo dal cielo 4 replica

Replica Un Passo dal Cielo 4 puntata del 23 febbraio 2017: ecco dove vedere il video integrale