in ,

Gina Lollobrigida vince causa contro figlio, il giudice: “Può badare da sola alle sue finanze”

Oltre l’amarezza per essere stata ‘trascinata’ in un’aula di tribunale proprio da suo figlio, l’attrice e artista Gina Lollobrigida, 87 anni compiuti lo scorso 4 luglio, può ritenersi soddisfatta: contrariamente a quanto sosteneva suo figlio Milko Skofic, la donna è perfettamente in grado di gestire autonomamente le sue finanze.Gina Lollobrigida vince causa contro suo figlio

Lo ha stabilito la sentenza emessa dal giudice, il quale ha disposto l’archiviazione del caso: “La signora Lollobrigida è risultata dal punto di vista mentale autonoma, congrua e lucida alla luce anche dell’ottimo interrogatorio da Lei reso. Dello stesso tenore era stato il parere già reso dal Pm circa l’insussistenza di ogni presupposto al riguardo”. La signora Lollobrigida, quindi, non necessita di alcun “amministratore di sostegno”, come da sempre avevano ribadito i suoi avvocati Fabrizio Siggia e Massimo Bersani, tacciando di infondatezza la richiesta del figlio.

L’uomo, nato dalla relazione dell’attrice con il medico sloveno Milko Skofic, conosciuto a Cinecittà e da lei sposato nel gennaio 1949, è l’artefice di questa “tristissima vicenda” – affermano i legali della donna – “e ha danneggiato l’immagine della signora Lollobrigida per la preventiva e massiccia campagna mediatica sul caso”.

Anticipazioni Cuore Ribelle giovedì 10 luglio: Richard viene assassinato

Anticipazioni Il segreto giovedì 10 luglio: Juan e Alfonso sono in pericolo