in ,

Gioco d’azzardo: a Bologna nuovi servizi per guarire dalla dipendenza

Ancora una volta di dipendenza dal gioco d’azzardo. Questa volta, però, si tratta di una notizia utile: l’Ausl di Bologna, per offrire una risposta concreta all’emergenza di assistere i tanti dipendenti dal guadagno facile – in città il numero dei malati da gioco d’azzardo è più che triplicato dal 2010 al 2013 – ha pensato di estendere a tutti i servizi cittadini che si occupano di tossicodipendenze (i cosiddetti SerT) la possibilità di fornire dei percorsi terapeutici ad hoc a chi è affetto da patologia da gioco.

gioco d'azzardo centri di cura Bologna

Finora solo ad alcuni dei SerT, nati negli anni Novanta per fornire assistenza a tossicodipendenti, si sono occupati di patologie da gioco. Ma ora l’esigenza è diversa, e questi stessi centri  – in tutto nove, con venticinque operatori specializzati al seguito – sono stati investiti di nuove funzioni, che permetteranno loro di accogliere i pazienti e mettere a punto percorsi specifici di tipo psicologico, oltre a fornire supporto ai familiari che spesso vivono situazioni di grande drammaticità.

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

consigli per mantenere abbronzatura

Abbronzatura, come conservarla a lungo in modo naturale

google drone

Google sfida Amazon: un drone per consegnare i prodotti