in , ,

Giornata contro lo spreco alimentare 2017: 5 idee utili per non buttare il cibo e vivere (tutti) meglio

Spreco del cibo: avete idea di quanto cibo ogni anno finisca nella spazzatura e quale sia la portata del fenomeno in Italia? Secondo le più recenti indagini tra cui anche il Rapporto Waste Watcher, si stima che solo nel nostro paese lo spreco valga complessivamente 8,4 miliardi di euro all’anno: ogni famiglia butta nella spazzatura settimanalmente 650 grammi circa di cibo.

Ma che cosa fare oggi per sconfiggere il problema? Ne riflettiamo oggi in occasione della Giornata contro lo spreco alimentare, illustrandovi 5 azioni intelligenti e concrete che ognuno di noi può mettere in atto nella propria quotidianità:

#1. Fare la spesa con intelligenza. Comprare il giusto, fare una lista dell’occorrente, prediligere prodotti di stagione, leggere le date di scadenza, riordinare periodicamente la dispensa, congelare i prodotti in eccesso sono alcuni pratici consigli che vi aiuteranno a evitare sprechi.

#1. Riutilizzare il cibo in modo creativo. Non vi considerate sufficientemente fantasiosi? Nessuna paura: sono tanti gli strumenti offline (libri innanzitutto) e online che possono accorrere in vostro aiuto suggerendovi appetitose ricette: dalla classica polpetta – nata proprio per recuperare gli avanzi – ai dolci, ecco qualche idea per azzerare gli sprechi, risparmiare e non rinunciare al gusto.

#2. Scambiare il cibo. Questa è un gesto solidale alla portata di tutti: dal dono al vicino alle piattaforme web dedicate, non mancano le occasioni per favorire lo scambio. Tra le varie, vi segnaliamo I Food Share (ifoodshare.org) che permette ad utenti privati, rivenditori e produttori di offrire liberamente e gratuitamente alimenti in eccedenza, previa iscrizione al form.

SCOPRI TUTTI GLI “URBAN MEMORIES” SU URBAN POST!

#3. Portare a casa gli avanzi del ristorante. Se pensavate che questa azione fosse fuori luogo o troppo poco elegante, è arrivato il momento di ricredervi: ecco l’ultima trovata per favorire la diffusione di una pratica assai intelligente.

#4. Conoscere Last Minute Market. Ne avete mai sentito parlare? Nato come progetto di ricerca, Last Minute Market analizza i passaggi delle filiere agroalimentari individuando dove e perché si originano gli sprechi e favorendo in un secondo momento l’incontro tra domanda e offerta. Sulla piattaforma online (www.lastminutemarket.it) trovate utili consigli per evitare sprechi, rivolti a cittadini, ma anche aziende e istituzioni.

In apertura: foto di FotoshopTofs/Pixabay.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

spray peperoncino discoteca

Discoteca, spray al peperoncino in pista: sei ragazzi in ospedale

Concorso polizia 2017 bando Fiamme oro

Concorso Polizia Atleti 2017: bando ‘Fiamme Oro’, requisiti e scadenze