in ,

Giornata della Memoria 2015, l’Italia ricorda l’Olocausto a teatro

In occasione della quindicesima Giornata della Memoria, sono moltissime le manifestazioni programmate in tutta Italia per commemorare i sei milioni di ebrei che hanno perso la vita nel campo di concentramento nazista di Auschwitz. Musei, mostre fotografiche, processioni, convegni e proiezioni cinematografiche non mancheranno, ma per quanto riguarda gli amati del teatro invece? Sono diversi gli spettacoli che andranno in scena nel nostro paese, a partire da oggi 27 gennaio fino all’inizio di febbraio.

L’Istituto Storico della Resistenza di Cuneo organizza con il Comune di Cuneo la rappresentazione teatrale IMI 46230. Internati Militari Italiani: una vicenda dimenticata, una storia vera, di e con Roberto Gilardi. Si tratta di uno spettacolo dedicato alla drammatica storia degli oltre 600 mila militari italiani internati in Germania dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943: la serata di debutto sarà venerdì 30 gennaio alle ore 21:00 nella Sala San Giovanni di via Roma 4, con ingresso libero, mentre la replica per gli studenti delle scuole superiori cuneesi sarà la mattina di sabato 31 gennaio alle ore 10:00.

A Milano e Varese invece Teatro Blu ritorna con Shabbes Goy, uno spettacolo di teatro concerto con musiche dal vivo, con i solisti dell’Orient Express Ensamble, realizzato grazie alla collaborazione del grande maestro Moni Ovadia. Un muro invisibile divide una strada abitata da ebrei e cristiani, che solamente la forza di un amore segreto e proibito riuscirà a far crollare. Silvia Priori e Roberto Gerboles, unici attori sul palcoscenico e registi dello spettacolo, hanno raccontato questa mattina al Teatro Santa Cecilia di Milan,  il 28 gennaio alle ore 21.00 al Cinema teatro Incontro di Besnate (VA) e il 29 gennaio ore 09.00 e 10:40 Teatro Camilliani di Marchirolo (VA), una commuovente storia che vi lascerà con il fiato sospeso.

Questa sera nella capitale avrà luogo Roma-Auschwitz andata e ritorno, presso il teatro San Mauro Abate, iniziativa che si inserisce nell’ambito della rassegna culturale La nostra storia, la nostra memoria promossa dal Municipio IX. Per ricordare e commemorare gli orrori dell’Olocausto, verrà raccontata la vicenda di Settimia Spizzichino l’unica donna, tra i 1023 deportati dal Ghetto di Roma il 16 ottobre del 1943, sopravvissuta alle barbarie del campo di sterminio tedesco. Si tratta di una testimonianza di fondamentale importanza, soprattutto per le nuove generazioni. Infine al Teatro San Carlo di Napoli questa sera alle  20.30 andrà in scena il Concerto della Memoria, diretto da Marco Faelli, con i pianisti Alexandra Brucher, Vincenzo Caruso, Coro del Teatro San Carlo, in programma musiche di Nicolò Jommelli e Wolfgang Amadeus Mozart (“Requiem” in re minore).

Seguici sul nostro canale Telegram

Ultime notizie calciomercato Lazio: doppio colpo Morrison e Bergessio

processo no tav

Processo Tav, 47 condanne e 6 assoluzioni