in ,

Giornata della memoria in ricordo delle vittime delle mafie 2015: eventi a Bologna e a Rimini

“La verità illumina la giustizia” è lo slogan scelto per celebrare la XX Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, che anche nel 2015 torna a ricordare a tutti i cittadini l’importanza della lotta alla criminalità organizzata e della responsabilità individuale nel costruire percorsi di pace e legalità. L’appuntamento, promosso da Libera e da Avviso Pubblico, è in programma – come ormai da tradizione – sabato 21 marzo: Bologna è la città scelta per ospitare questa ventesima edizione, anche se non mancheranno momenti di riflessione in altre città italiane, tra cui Rimini.

A Bologna si raduneranno circa 600 familiari di vittime innocenti per mano della mafia: tutta la città si stringerà intorno al ricordo delle vittime della strage del 2 agosto della Stazione di Bologna, ma anche a quelle della strage di Ustica e del genocidio di Srebrenica. Un lungo corteo partirà la mattina alle 9:30 dallo Stadio Dall’Ara in via Andrea Costa, per attraversare il centro della città approdando infine in Piazza VIII agosto, dove alle 11:30 saranno letti i nomi di oltre mille vittime delle mafie. Nel pomeriggio si continua a riflettere al Museo della Memoria, dove è stata messa in piedi un’iniziativa per ricordare le vittime della strage di Ustica (ore 14:30), alla Stazione di Bologna (ore 16), nell’aula Magna Santa Lucia dell’Università di Bologna con il grande evento “Venti Liberi” per festeggiare i vent’anni dalla fondazione di Libera (ore 17:30). Anche in serata sono in programma iniziative: nella Sala Salmon dell’Arena del Sole – alle ore 19 e alle 21:30 – va in scena la commedia “Panni sporchi, cose da femmini”.

A Rimini, alle ore 21, il teatro Ermete Novelli farà da location allo spettacolo “Sogni e stracci”, organizzato dall’associazione Vedo Sento Parlo e portato in scena dalla compagnia Navig@ttori. La rappresentazione sarà preceduta dalla premiazione del concorso “Il Giorno Giusto” – che ha visto impegnate in prima linea sedici classi del riminese – e dalla testimonianza di autorità locali e del magistrato Daniele Paci, impegnato presso la procura di Palermo.

Ventura Torino

Torino ultimissime, Ventura: “Usciamo dall’Europa a testa alta”

Eto'o Fabio Capello

Sampdoria – Inter probabili formazioni Serie A 28esima giornata