in

Giornata delle Ferrovie Non Dimenticate 2016: dal 6 marzo eventi e treni storici in tutta Italia

Adorate i percorsi a ritmo “slow” e la mobilità dolce che permette di rapire scorci di paesaggio, assaporandoli lentamente? A partire dal 6 marzo 2016 si torna a riflettere sui percorsi ferroviari meno battuti in occasione della Giornata Nazionale delle Ferrovie Non Dimenticate, appuntamento giunto all’ottava edizione che porterà in tutta la Penisola un ricco cartellone di eventi, promosso dalla Confederazione della Mobilità Dolce e consultabile regione per regione sul portale ufficiale.

In Italia sono ben 6.400 i chilometri di ferrovie non utilizzate, dismesse o abbandonate, che possono essere restituite a nuova vita, trasformandole in una greenway o in parco naturale, o che comunque meritano di essere salvaguardate da ogni abuso o degrado perché parte integrante del nostro paesaggio…

La prima grande novità del 2016 è la durata delle iniziative: per ben trenta giorni – fino al 6 aprile 2016 – i partecipanti avranno l’occasione unica di scoprire sedimi dismessi e conoscere le opportunità offerte dal turismo storico-ferroviario, grazie al gran numero di eventi organizzati sia dalle associazioni ambientaliste nazionali sia dall’associazionismo locale. Qualche esempio delle opportunità che saranno offerte? Si va dai tracciati abbandonati da percorrere a piedi, all’esplorazione di gallerie e viadotti in mountain bike fino ad arrivare alla visita dei musei ferroviari, come quello di Pietrarsa nel Napoletano.

SCOPRI TUTTE LE IDEE DI VIAGGIO SU URBAN POST!

Si rinnoverà inoltre l’appuntamento con la Maratona Ferroviaria di Co.Mo.Do. (giunta alla quarta edizione), che partirà il 4 aprile da Palermo, toccando le fermate di Catania, Messina, Taormina, e proseguendo lungo la linea ionica alla volta di Catanzaro, Cosenza e Sapri. A Cosenza, invece, merita di essere citato il convegno dal titolo “Il Treno Verde della Sila“, a cura dell’Associazione Ferrovie in Calabria, impegnata in un costante dialogo sul territorio per lo sviluppo turistico nel Parco della Sila e la riattivazione della Ferrovia Silana, patrimonio storico di questa regione d’Italia.

Il mese dedicato alla mobilità dolce offre anche l’occasione di salire a bordo di uno dei diversi treni storici in programma. Si inaugura il 6 marzo con il treno storico a vapore Verona P.N.-Peschiera-Mantova organizzato dall’Ass.ne Veneta Treni Storici e con il treno storico diesel Sulmona-Isernia, per iniziativa della Fondazione FS Italiane. Il 13 marzo 2016, invece, sarà la volta del Treno storico a vapore Cagliari-Carbonia Serbariu, viaggio organizzato dall’Ass.ne Sardegnavapore e dei treni storici diesel Agrigento-Porto Empedocle (effettuati anche nelle date 11 e 12 marzo). L’8 aprile, infine, altro evento a cura di Fondazione FS Italiane, che porterà alla scoperta del Museo di Pietrarsa, raggiunto a bordo del treno storico elettrico che parte da Napoli.

In apertura un tratto della linea Ventimiglia-Cuneo – foto tratta dalla pagina FB “Giornata Naz. per la mobilità dolce su ferrovie storiche dimenticate”

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Uomini e Donne Ludovica Valli

Uomini e Donne news e anticipazioni, Ludovica: Lorenzo eliminato, feeling con Manuel

Oscar 2017

La notte degli Oscar 2016: diretta e streaming per la 88^ edizione degli “Academy Awards”