in , ,

Giornata Europea della cultura Ebraica: l’Italia e Firenze in prima fila

Cultura, tradizione, storia e curiosità del mondo ebraico trovano oggi nell’Europa e nell’Italia dei validi alleati tramite cui diffondersi ed arrivare a milioni di persone. 36 Paesi continentali e ben 72 città italiane si animeranno per dar spazio a spettacoli, incontri, degustazioni della cucina Kasher e percorsi finalizzati alla scoperta delle sinagoghe e dei quartieri ebraici. La Giornata europea della cultura Ebraica, giunta alla sedicesima edizione, è ufficialmente riconosciuta dal consiglio d’Europa e promossa dall’Unione delle comunità ebraiche, coadiuvate dai Ministeri delle Cultura dei singoli Stati.

Il tema scelto è “Ponti&attraversamenti”, titolo esemplare che rende bene quale sia l’obbiettivo: costruire dei ponti tra culture diverse ma non per questo lontane. Gli ebrei vivono in Europa da 2000 anni – soprattutto dopo l’ultima grande Diaspora a seguito dell’invasione romana della Giudea tra il 63 e il 70 d.c – e sono ormai parte essenziale del tessuto sociale in cui vive ogni cittadino. La necessita di promuovere e diffondere questa cultura, di favorire appuntamenti di incontro e confronto, è il nodo fondamentale su cui si regge la manifestazione.

L’Italia è uno dei Paesi più coinvolti nel progetto: come detto 72 i centri – di 15 regioni – che offriranno opportunità stimolanti e meritevoli di attenzione. Partendo da Milano, Padova, Bologna, Roma si arriverà fino a Napoli, la Puglia e la Sicilia. Firenze è senza dubbio la “città capo-fila” della giornata, spiccando per l’impegno profuso nell’organizzazione di spazi informativi, visite guidate, convegni culturali. Un’iniziativa esemplificativa per tutte – e saranno tante nella città – è il laboratorio a cura di CoopCulture ( alle 16.30 nei Giardini della Sinagoga)  a titolo “Storie per impara a leggere le meraviglie del mondo”, con cui bambini e ragazzi saranno impegnati in una lezione interattiva sulla lunga tradizione ebraica, lungamente intrecciata con quella cristiana.

cura diabete chirurgia

Diabete di tipo 2, lo si cura con la chirurgia

Biglia Lazio-Bologna highlights

Ultime notizie Lazio calcio: Biglia, Lulic e Marchetti si allontanano