in ,

Giornata Internazionale dei Migranti 2015: le storie che nessuno racconta mai

Ricorre oggi, 18 Dicembre, la Giornata Internazionale dei Migranti: una giornata completamente dedicata alle tante persone nel mondo che ogni giorno vagano tra gli Stati per cercare rifugio e scappare dalla povertà, dalla guerra e dalle persecuzioni politiche e/o religiose.

Un mondo in continua e irrefrenabile evoluzione che, solo tra il 2014 e il 2015, ha assistito silenzioso al peregrinar di oltre 900mila persone che hanno attraversato il Mediterraneo per raggiungere le coste dell’Europa, spinti dalla speranza e dall’istinto di sopravvivenza: tra questi, solo nel 2015, più di 3.580 sono stati dichiarati dispersi o deceduti durante il tragitto nelle acque. Il grande esodo a cui stiamo assistendo è dovuto, soprattutto, ai tanti conflitti che stanno colpendo la Siria: sono infatti ben 13,5 milioni le persone colpite dalla guerra in Siria dei quali la metà sono bambini.

Prima meta dei migranti è spesso l’Egitto che, attualmente, vede ben 300mila profughi siriani vivere sulla propria terra in condizioni però molto difficili e con scarso accesso ai servizi sanitari di base: i bambini abbandonano così la scuola e i genitori non riescono a guadagnarsi da vivere. Tutti questi motivi spingono questi uomini a salire sui barconi e attraversare il mediterraneo: ecco allora che Plan International Italia ha lanciato un appello per la raccolta fondi che andranno al 100% al progetto “I have a dream” per dare opportunità lavorative alle famiglie siriane, integrandole nel contesto egiziano, riducendo così l’afflusso di migranti verso il Mediterraneo. 

Mario Balotelli Cina

Fantacalcio, situazione infortunati alla 17a giornata di Serie A

ricette la prova del cuoco

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: insalata russa di Natale