in ,

Giornata Internazionale della bambina 2015, Plan International Italia e UrbanPost: in esclusiva l’incubo delle spose bambine

Oggi è la giornata Internazionale della Bambina nonché il giorno in cui si festeggia Because I am a Girl, la più grande campagna per i diritti delle bambine di Plan International il cui fine è abbattere tutte le barriere che impediscono alle bambine di vedersi riconosciuto il diritto a completare il ciclo di istruzione con almeno nove anni di educazione di qualità. Il progetto è ambizioso e concreto: arrivare direttamente a raggiungere 4 quattro milioni di bambine dando loro un’istruzione di qualità di almeno nove anni e consolidare fra 40 milioni di bambine e bambini dei programmi sull’uguaglianza di genere. Tutte le specifiche in merito e ulteriori approfondimenti li trovate su www.plan-international.it

Lanciata ufficialmente l’11 Ottobre 2012 da Plan International, colorando di rosa i principali monumenti del mondo (http://www.plan-italia.org/agisci/because-i-am-a-girl/la-giornata-mondiale-della-bambina/11-ottobre-2012/), è stata ideata dopo che due direttrici nazionali dell’organizzazione umanitaria andarono in un villaggio del Nepal per monitorare il lavoro fatto dalla sede di Plan International in loco; entrando in un’umilissima casa videro una donna con due bambini, un maschio e una femmina, molto diversi tra loro: il bambino era pulito, ben tenuto, in carne, mentre la bambina era emaciata, sporca, pelle e ossa. Una direttrice chiese alla donna come mai questa differenza e lei rispose: “because she is a girl” e così è nata Because I am a Girl.

Ogni anno viene pubblicato un report della Campagna  – il primo è stato pubblicato nel 2007 – ciascuno con un argomento critico per le bambine, tra i molti affrontati ricordiamo: l’istruzione come strumento per tenere le bambine lontano dai matrimoni prematuri e dalle gravidanze precoci, l’economia globale, le calamità naturali che incidono negativamente sulla vita delle bambine, il mondo digitale e le sue implicazioni sulle ragazze, le sfide e i rischi della crescente urbanizzazione. Quest’anno il report appena pubblicato si intitola “The Unfinished Business of Girls’ Rights” in cui importanti personalità del mondo riflettono sui progressi compiuti finora nel raggiungere la parità di genere e sulle enormi lacune che tuttora rimangono. 

UrbanPost insieme a Plan International Italia inaugura proprio oggi, in occasione di questa ricorrenza, una rubrica fissa a cadenza settimanale in cui, in esclusiva assoluta per l’Italia, racconteremo le storie di giovani spose bambine da tutto il mondo raccolte dai professionisti di Plan International in ogni angolo del mondo corredate da materiale fotografico, sempre esclusivo che Plan International Italia ha gentilmente deciso di affidarci nella speranza che la diffusione di questo materiale aiuti a far capire ai nostri lettori cosa succeda ancora oggi a davvero tante, troppe bambine, nel mondo.

Si ringraziano Plan International Italia e Brunella Pacia

 

halloween 2015 ricette

Ricette con la zucca vegetariane: idee per Halloween 2015

Gran Premio di Russia, Sochi

Formula 1, diretta live Gran Premio di Russia: Vince Hamilton, secondo Vettel seguito da Perez