in

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne 2014: gli eventi in Italia

Il 25 novembre 2014 si rinnova l’appuntamento con la Giornata mondiale contro la violenza alle donne: anche quest’anno sono tanti gli eventi in programma, dai dibattiti alle mostre, per dire “no” a tutte le forme di violenza e riflettere sulla condizione odierna delle donne e sui soprusi che ancora troppo spesso mietono vittime tra la popolazione femminile.

A Torino sarà l’Ateneo il cuore pulsante da cui partirà il grido contro la violenza. Con il contributo del Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, l’Università della città ha messo in piedi una serie di iniziative per approfondire il rapporto tra la rete e la violenza nei confronti delle donne, esplorandone diversi aspetti. Si parte già da lunedì 17 novembre con una “non-conferenza” collaborativa alla quale è invitata a partecipare tutta la cittadinanza: quattro i gruppi di discussione, coordinate da altrettanti assessori donne, dove si discuterà di norme e valori, campagne di sensibilizzazione, espressioni della violenza in rete e community online organizzate dalle stesse donne per sostenersi vicendevolmente (per iscrizioni, vedi il sito ufficiale). Il 25 novembre sono previste lezioni a tema, mentre l’evento conclusivo è in programma il giorno 27 (info al numero 011/6704369 o alla mail cug@unito.it ).

A Bologna si parla di violenza contro le donne già dal 6 novembre, data in cui ha inaugurato l’atteso Festival della violenza illustrata promosso dalla Casa delle donne per non subire violenza. Il giorno 25 è atteso un ricco programma di eventi: lo sciopero delle donne, con ritrovo in piazza XX settembre alle ore 18 e corteo fino alla piazza del Nettuno, il convegno “Gender Washing” che indaga i meccanismi della comunicazione di genere messi in atto dalle aziende (Centro Studi sul Genere e l’Educazione, ore 17), un incontro pubblico sulle opportunità di studio e di lavoro delle donne nel mondo (Sala del Comune di Sasso Marconi, ore 17:30) e un evento-installazione con progetto di fotografia sociale contro la violenza sulle donne (Casa della Conoscenza, ore 21).

Venezia non vuole essere da meno e propone per l’occasione una performance suggestiva seguita dalla presentazione dell’iniziativa “Gli occhi di Eva”, un percorso progettuale di arte “diffusa” che, oltre a porre l’attenzione sulla condizione odierna delle donne, è stato pensato con l’obiettivo di creare in rete nuovi spazi che possano accogliere espressioni artistiche al femminile. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra le “maestre” del vetro Cristina Bedin e Cristina Sfriso e sostenuta dalla scrittrice Paola Zoffoli e dall’esperta di arte contemporanea Marianna Serandrei, vede protagoniste giovani artiste immortalate con le loro creazioni d’arte e con una mela, simbolo del progetto: motivo ispiratore del percorso è quello di non concludersi in questa giornata, ma di aprirsi piuttosto ad una grande galleria “diffusa” pronta ad accogliere in futuro le immagini di tutte coloro vogliano farsi ritrarre in compagnia delle loro opere d’arte. L’appuntamento è martedì 25 novembre 2014 alle ore 18 al Design Hotel Ca’ Pisani – Dorsoduro 979 (partecipazione libera, ma con prenotazione obbligatoria ai numeri 041 713601 e 041 736685).

A Brindisi l’amministrazione provinciale in collaborazione con il progetto LARA (Lavorare in Rete per l’Antiviolenza) ha lanciato alla cittadinanza l’invito a donare al Centro di Coordinamento Rete Antiviolenza del Palazzo della Provincia calzature rosse che nella Giornata del 25 diventeranno protagoniste dell’installazione “Femminicidio in Puglia. Le scarpette rosse”. Al termine della giornata le scarpe raccolte verranno donate a persone indigenti.

Anche nei comuni di Empolese-Valdensa, in Toscana, tornano ad essere protagoniste le scarpe rosse: sono oltre un centinaio gli esercizi che per l’occasione esporranno in vetrina quello che è diventato il simbolo della lotta alla violenza di genere, aderendo all’iniziativa promossa da Confesercenti e CNN.

(immagine principale tratta da Facebook)

 

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Saido Berahino del West Bromwich Albion

Calciomercato Juventus news: nel mirino Saido Berahino

McDonald'S Lavora con noi Milano 2018

Roma, tentato sequestro al McDonald’s: un uomo cerca di sottrarre una bimba di 5 anni ai genitori