in ,

Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne 2014: Italia mobilitata con moltissime iniziative

Nel 1999 le Nazioni Unite hanno scelto il 25 novembre come data da dedicare alla mobilitazione internazionale contro la violenza sulle donne. In Italia nell’anno 2013 sono state uccise 179 donne e secondo il rapporto Eures al Sud i casi di femmicidio sono aumentai del 27%, sono raddoppiati al Centro, mentre il Nord detiene il primato per il numero di uccisioni di donne in famiglia. Contro la violenza si registrano iniziative in tutta Italia, vediamone alcune.

Roma. Gli organizzatori hanno scelto di colorare di luce rossa tutta Piazza del Popolo e di proiettare sulle facciate degli edifici frasi contro la violenza sulle donne. Per tutta la giornata, la capitale sarà il palcoscenico di 15 rappresentazioni teatrali tratte dai monologhi di “Storie di donne”, di Betta Cianchini ispirati a 200 casi di abusi. Mentre alle 21 presso i Musei capitolini andrà in scena “Donne”. E donne illustri del mondo cultura e politico italiano, tra cui Carla Fracci ed Eleonora Abbagnato, leggeranno storie di donne vittime di soprusi. Aleggeranno anche canzoni interpretate da Tosca. A Montecitorio si renderà omaggio alle vittime leggendo dei monologhi teatrali di Serena Dandini raccolti in “Ferite a morte”.

Milano. La città già mobilitata da diversi giorni per giorno 25 ha organizzato una fiaccolata per ricordare tutte le donne vittime di violenza. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

Napoli. Il Comune della città partenopea ha organizzato una serie di iniziative sparse per tutta la città, denominate “Tornaliberetutte”. A palazzo San Giacomo ci sarà un Infopoint dove poter chiedere tutte le informazioni su tutti i possibili strumenti utilizzabili per combattere la violenza sulle donne. A Castel Nuovo, dalle 9 alle 13 il sindaco De Magistris incontrerà alcune scolaresche in cui si parlerà del femminicidio e di come prevenirlo. A seguire tutti potranno assistere allo spettacolo musicale “Canzonette di libertà delle donne” di Dolores Melodia Posteggiatrice Chic.

Trieste. Le iniziative in tutta la provincia di Trieste sono iniziate il 20 novembre e si chiuderanno il 19 dicembre, il territorio è animato da laboratori, mostre e spettacoli anche gratuiti. L’1 dicembre, nella sala consiliare della Provincia, alle 13, 30 sono previsti degli incontri con psicoterapeuti e polizia per riconoscere dallo stalking, il 4 dicembre, presso la IV circoscrizione alle 18,30 è previsto un seminario su come difendersi dalla violenza domestica.

Torino. In via Chambery verrà intitolato un giardino alle donne uccise con il posizionamento di “Pa-pilla” , simbolo delle donne che subiscono abusi. A Palazzo Civico sarà visitabile l’esposizione “Violate” e la Commissione Pari Oppotunità affronterà la tematica del femminicidio, in tutte le circoscrizioni son previste riunioni dello stesso genere. Anche al Piccolo Cinema di via Cavagnolo e al Cecchi Point sono in programmazione spettacoli e proiezioni. Presso la stazione metropolitana di Porta Nuova è stata allestita una mostra fotografica a tema, mentre sui taxi e sulle biciclette del servizio To-Bike sarà presente la scritta “Non sei sola contro la violenza” e il numero antiviolenza 1522.

Padova ha in programma un flashmob, in via Roma, per creare una catena umana di uomini e donne che dicano no alla violenza.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

sciopero trasporti marzo 2017

Sciopero generale del 12 dicembre, il Garante lo depotenzia: “È irregolare”

diMartedì Giovanni Floris puntata del 25 novembre

Anticipazioni diMartedì: antipolitica e Jobs Act i temi della serata