in ,

Giorno della memoria 2016, ex medico 95enne processato: accusato di 3681 omicidi ad Auschwitz

A pochi giorni dalle celebrazioni del “Giorno della Memoria”, giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto, dalla Germania arriva la notizia di un ex medico di Auschwitz processato con l’accusa di aver causato oltre 3mila morti.

L’uomo in questione è il 95enne Hubert Zafke, ex medico del campo di sterminio di Auschwitz: l’accusa per lui è l’omicidio di oltre 3mila persone – almeno 3681, in particolare – nel periodo tra il 15 Agosto 1944 e il 15 Settembre dello stesso anno. In poco più di un mese, il medico avrebbe causato la morte di tutti i prigioneri caricati su 14 treni, tra i quali anche quello che trasportava Anna Frank.

Nonostante in una precedente sentenza l’uomo fosse stato dichiarato impossibilitato a partecipare ad un processo per questioni di salute, una Corte d’Appello ha ribaltato il giudizio: il dibattimento aprirà quindi tra un mese e, nonostante le eventuali pause previste per curare l’anziano, verrà sottoposto ad un regolare giudizio che dovrebbe concludersi a Marzo. Hubert Zafke “era consapevole di lavorare per un campo di sterminio”, queste le motivazioni del Procuratore che ha spiegato come l’ex medico partecipò in modo attivo e consapevole all’omicidio dei prigionieri.

Crociera fiordi norvegesi

Crociera fiordi norvegesi: periodi consigliati, itinerari, abbigliamento

paola barale messaggio al veleno dell'ex gianni sperti

Uomini e Donne, Gianni Sperti vuole il Trono Gay