in

Giovanni Conversano, Uomini e Donne: intervista esclusiva

Urbanpost ha avuto il piacere di intervistare Giovanni Conversano, ex protagonista di Uomini e Donne, noto al grande pubblico per la sua travagliata storia d’amore con la sarda Serena Enardu. Il giovane pugliese fece il suo ingresso negli studi di Canale 5 in veste di corteggiatore e finì per sedersi sul tanto ambito trono: ecco la nostra chiacchierata con Giovanni.

la star di Uomini e Donne si racconta a Urbanpost

Ci puoi raccontare della tua esperienza a Uomini e Donne?

E’ stata un’esperienza straordinaria….mi ha dato la popolarità che cercavo. Ancora oggi se siamo qui a parlarne significa che sono anche riuscito a lasciare il segno nel cuore della gente ed a trasmettere emozioni pure e sentimenti veri.

Ti sei trovato più a tuo agio nei panni di corteggiatore o tronista?

Corteggiatore e tronista sono due ruoli della stessa trasmissione televisiva. Corteggiare intriga di più perché hai 100 sfidanti. Il tronista è unico. Quindi non comprenderà mai se è apprezzato da una donna che non ha alternative, o per le sue qualità estetiche, morali ed intellettuali (ove ci siano ). Il corteggiatore deve dimostrare di avere altre qualità, oltre a quelle estetiche. Il tronista può essere anche una bella figurina, senza anima. Quindi mi ha appassionato di più il ruolo da corteggiatore.  

Quale è stato il vero motivo per cui la storia con Serena Enardu è finita? Potendo tornare indietro, cambieresti qualcosa oppure rifaresti tutto nello stesso modo?

I motivi della rottura sono noti. Lontananza, incompatibilità caratteriale in primis. È andata così. Conservo comunque un ricordo positivo.

Hai mantenuto dei buoni rapporti con Serena oppure dopo la rottura vi siete persi di vista?

Non abbiamo più alcun rapporto. Non ci siamo più sentiti, né visti, perché non ce n’è stata occasione. ognuno ha la propria vita abbastanza impegnativa.

la star di Uomini e Donne si racconta a Urbanpost

Com’è cambiata la tua vita dopo il programma di Maria De Filippi?

Mi reputo tra quei pochi fortunati ai quali il programma ha dato realmente opportunità di vita diverse. Sia a livello economico, che dal punto di vista lavorativo . ovviamente ho avuto l’equilibrio di investire in immobili i miei guadagni ed ho lavorato e sto lavorando per potermi distinguere nel ruolo di presentatore. Ovvio che una laurea ed una specializzazione hanno costituito la leva determinante nel mio progetto di crescita. 

Hai abbandonato definitivamente il mondo del calcio? Quali sono i tuoi progetti futuri in ambito lavorativo?

Ho una scuola calcio e mi diverto con gli amici. Il calcio per me è vita. E non potrei mai farne a meno. A me piace fare il presentatore. Dopo la parentesi da inviato in Uno Mattina non ho avuto altre opportunità per dimostrare competenza in questo settore. Chi mi ha visto all’opera conosce bene il mio valore. Prima , o poi, qualcuno mi offrirà uno spazio, in una TV nazionale, certo di poter contare su una persona preparata. Entro quest’anno diventerò anche pubblicista.

Come hai incontrato la tua attuale fidanzata Giada Pezzaioli? È stato amore a prima vista? Quando hai capito di voler trascorrere il resto della vita con lei?

Ho incontrato Giada in una serata che conducevo e lei era l’ospite d’onore ed è stato il classico colpo di fulmine, malgrado i 14 anni di età che ci separano. Ho capito subito che era la donna giusta per me. Dal modo di esprimersi, alla purezza d’animo che emergeva non poteva essere altrimenti. E’ la donna che sogna ogni uomo. Tranne l’impulsività che la contraddistingue. Nessuno è perfetto, fortunatamente. E se non fosse così penseremmo di trovarci al cospetto di un’aliena. 

Hai ammesso più volte di voler sposare Giada e di pensare al matrimonio: i preparativi sono già in corso? Sappiamo che sei molto legato a tua madre: lei approva la tua fidanzata, le sta simpatica? Le due donne della tua vita vanno d’accordo oppure no? Ti piacerebbe diventare padre un giorno?

Il matrimonio può attendere. Viviamo insieme da 4 anni. Giada vuole prima  laurearsi, come è giusto che sia. Poi valuteremo il da farsi. Lei e mia madre sono due donne toste. Entrambe hanno una storia parallela per molti aspetti, diversa per altri. La straordinaria sensibilità ed umanità sono abbinate ad una ricerca costante dell’autonomia e dell’indipendenza. Una misticanza che si disegna con la scelta di dedicare la propria vita alla propria famiglia, sacrificando i propri progetti di vita. Se per mia madre lo considero un reflusso educativo, per Giada credo si tratti di una vocazione. 

Un sogno nel cassetto che ti piacerebbe realizzare?

Di condurre un programma tutto mio, sia da solo sia magari con Giada.

Anticipazioni Il segreto mercoledì 5 Novembre: cattive notizie per Francisca

Amanda Knox farà la giornalista

Amanda Knox sarà assunta come giornalista, prove di vita “normale”