in

Giro d’Italia 2015 14ª tappa: Kiryenka vince la cronometro, Contador si riprende la Maglia Rosa

La 14a tappa del Giro d’Italia 2015 era forse la giornata più attesa da tutti i big della classifica. La lunga cronometro individuale da Treviso a Valdobbiadene, lunga 59 Km e 400 m, è stata accompagnata per tutta la durata del percorso da pioggia abbondante, la quale in questi giorni non ha mai abbandonato i corridori. Un percorso molto difficile e insidioso: i primi 30 Km sono stati completamente pianeggianti, durante i quali i corridori oltre alla pioggia hanno dovuto fare i conti con forti folate di vento contrario. Dopo si iniziava a salire verso San Pietro a una pendenza media del 5% con punte del 9%, dopo la discesa si sale verso Guia (punte del 10%) poi una discesa e poi ultimi 400 metri ancora in ascesa.

Questa cronometro individuale doveva essere la tappa che avrebbe dovuto stravolgere la classifica generale di questo Giro d’Italia 2015, e così è stato. Grande vittoria per il bielorusso del Team Sky Vasil Kiryenka con il tempo di 1:17’52”, secondo Leon Sanchez, terzo un eccezionale Contador a 15″. Delusione per i due grandi favoriti di giornata: Rigoberto Uran e Richie Porte, giunto al traguardo con oltre 4′ di ritardo dal compagno di squadra Kiryenka, questo conferma l’opaco Giro d’Italia per il tasmaniano. Mentre il colombiano ha incassato 2’45” da Kiryenka. Grandissima espressione di potenza e concentrazione da parte di Alberto Contador che, come c’era da aspettarsi, si riprende la Maglia Rosa. Comunque buona la prova contro il tempo di Fabio Aru che si è difeso con le unghie e con i denti, purtorppo per lui Contador ha dato una lezione straordinario su come si va a cronometro guadagnando sul sardo 2’47”. Domani Madonna di Campiglio offrirà subito un’occasione di riscatto a Fabio Aru per continuare a sognare la Maglia Rosa.

Classifica generale Giro d’Italia 2015: 1)Alberto Contador 55h 39’00; 2)Fabio Aru +2’28”; 3)Andrey Amador +3’36”; 4)Rigoberto Uran Uran +4’14”; 5)Jurgen Van Den Broeck +4’17”; 6)Dario Cataldo +4’50”; 7)Mikel Landa +4’55”; 8)Damiano Caruso +4’56”; 9)Roman Kreuziger +4’56”; 10)Leopold Konig +5’35”.

Seguici sul nostro canale Telegram

offerte di lavoro

BNL offerte di lavoro e come candidarsi

garanzia giovani

Crescere in digitale: progetto di Google per Garanzia Giovani