in

Giro d’Italia 2015 17ª tappa: doppietta di Modolo a Lugano

Primo e unica sconfinamento nel programma del Giro d’Italia 2015. La diciassettesima tappa di questa splendida 98ª edizione della corsa rosa è partita in tarda mattinata da Tirano e giunta a Lugano dopo 134 Km. Tappa di passaggio tra le fatiche del Mortirolo di ieri e la dura tappa di Verbania di domani. I corridori sono ripartiti con una classifica generale del Giro d’Italia 2015 leggermente diversa: Contador è sempre in maglia rosa, ma il secondo in classifica da ieri è Mikel Landa, compagno di squadra di Fabio Aru, che ha sclazato il suo capitano dalla seconda posizione. Lo spagnolo dell’Astana è distaccato di 4’02” da Contador e nelle prossime tre tappe di montagne potrebbe dare fastidio alla maglia rosa.

L’unico Gpm di giornata è posto nei pressi della partenza, la salita di Teglio, poi i corridori hanno costeggiato il lungolago di Como, gli ultimi chilometri si sono svolti nell’abitato di Lugano con un leggero saliscendi. Pronti via e parte la fuga, sono 3 i corridori che per lunghi tratti sono stati in testa alla corsa con un massimo vantaggio di 3′ 14″ sul gruppo maglia rosa: Keisse (Etixx), Berlato (Nippo-Vini Fantini)l’uomo che più di tutti è stato in fuga in questo Giro d’Italia 2015 Marco Bandiera (Androni).

Ai -27 Km i 3 coraggiosi battistrada vengono ripresi dal gruppo, proprio ai piedi della salita di Croce di Menaggio. Poco dopo provano l’azione Gretsch (Ag2R), Atapuma (Bmc) e Hansen (Lotto-Soudal) che però poco dopo si libera dei compagni di fuga e va via in solitaria. Troppo forte la volontà delle squadre dei velocisti di arrivare al traguardo con il gruppo compatto che anche la bella azione di Hansen viene annullata. Ai -5 Km, approfittando dell’indecisone delle squadre dei velocisti, ne approfitta Slagter (Cannondale), seguito dal vincitore della tappa di Vicenza Phillppe Gilbert (Bmc), dietro di loro regala uno splendido numero in discesa Luca Paolini (Katusha) che raggiunge e supera la testa della corsa, ma il comasco viene ripreso a 1300 metri. Ma ancora una volta è la Lampre a impostare la volata perfetta: Richeze lancia Modolo che compie un numero eccezionale e brucia Mezgech e Nizzolo. Anche qui a Lugano il Giro d’Italia 2015 regala una tappa spettacolare.

 

Seguici sul nostro canale Telegram

un posto al sole anticipazioni

Un Posto al Sole anticipazioni 28-29 Maggio 2015: Raffaele manda a monte la consegna dell’anello a Viola

Elisa Isoardi selfie

Elisa Isoardi gossip: selfie con un uomo che non è Matteo Salvini