in ,

Girona asma curata con omeopatia: morto bambino di 7 anni

Asma curata con l’omeopatia, muore bambino di 7 anni. Accade a Girona, città di quasi 97mila abitanti poco distante da Barcellona. A rendere oltremodo sconcertante e illogica la vicenda, l’assurdo comportamento assunto dai genitori del piccolo dopo la sua morte.

La coppia avrebbe tenuto il cadavere del bambino in casa, per un mese, per poi giustificare il fatto con queste parole: “Pensavamo stesse dormendo”. Altro che dormire, la verità emersa dalle indagini ha rivelato tutt’altro. In realtà i genitori curavano l’asma del figlio di 7 anni con prodotti omeopatici, senza portarlo da un medico o in ospedale quando il piccolo veniva colpito da crisi particolarmente acute. Una di queste gli è stata fatale: secondo la ricostruzione emerse il piccolo non ce l’ha fatta ed è morto in casa, dove i genitori hanno vissuto con la salma per almeno un mese. La polizia ha scoperto solo casualmente il cadavere in avanzato stato di decomposizione. La coppia è stata incriminata con l’accusa di omicidio per negligenza.

Potrebbe interessarti anche: Berlino: 64enne sale in taxi sanguinante, senza una mano

I fatti risalgono allo scorso anno ma stanno avendo risalto ancora adesso perché la coppia, americana di Detroit, è comparsa davanti al giudice che per loro ha chiesto tre anni e tre mesi di carcere. I coniugi sotto processo hanno dichiarato che non si erano resi conto delle condizioni disperate del ragazzo, ma hanno pensato a pregare affinché migliorasse lo stato di salute del loro figlio.

Gli imputati Bruce Hopkins e la moglie Schrell hanno detto inoltre di non essersi resi conto che in realtà il loro bambino era morto, quando i Mossos fecero irruzione nell’appartamento (era il 5 gennaio 2016), dopo essere stati chiamati dal padrone di casa che da oltre un anno non riceveva l’affitto. Così infatti avvenne il ritrovamento casuale della salma: nella stanza da letto dove dormiva tutta la famiglia, compresi i fratellini adolescenti della vittima, avvolto in un lenzuolo c’era anche il cadavere del bambino.

L’esame autoptico sulla salma del piccolo rivelò che nel corpo del bambino non v’era traccia di medicinali. Prova che i genitori non gli somministrarono farmaci per contrastare le crisi d’asma. Come il processo sta dimostrando, infatti, una ‘semplice’ asma se curata non può cagionare la morte.

Seguici sul nostro canale Telegram

Borussia Dortmund attentato bus

Berlino: 64enne sale in taxi sanguinante, senza una mano

MAD 2018

Personale Ata 2017 terza fascia: scelta delle scuole, come fare?