in ,

Giugliano, fermato conoscente dei due coniugi gettati in una scarpata

Nella notte è stata fermata una persona per l’omicidio di Luigi Simeone e di Immacolata Assisi, i due coniugi di Giugliano (Napoli), trovati morti dentro una scarpata, nei pressi di una discarica. L’uomo fermato era un conoscente delle due vittime.

La coppia era giunta sul luogo del delitto a bordo del taxi di Simeone, trovato chiuso dalla Polizia e con tracce di sangue sui sedili. E’ esclusa l’ipotesi di omicidio-suicidio, originariamente avanzata. I due coniugi non avevano ombre nella loro vita e sembra più probabile pensare che siano stati uccisi. Inoltre nei paraggi del luogo di ritrovamento dei cadaveri sono stati ritrovati sette bossoli.

Secondo la ricostruzione, le due vittime sarebbero state colpite alla testa dal loro uccisore e in seguito gettate nel dirupo. Non sembrano tuttavia individuabili nell’esecuzione modalità di matrice camorristica.

Guerrina Piscaglia ultime notizie

Guerrina Piscaglia, parla una testimone: “Era diretta verso la canonica”

Fabrizio Corona molto provato in carcere chiederà a grazia per rivedere il figlio

Fabrizio Corona, prevista oggi udienza per la scarcerazione