in

Giulia Pauselli Instagram, “Svenuta” a testa in giù per le scale: «Non sanno più come farle ‘ste foto»

Giulia Pauselli è una delle ballerine professioniste di Amici più conosciute e apprezzate della trasmissione, ma l’ultimo scatto su Instagram ha lasciato un po’ perplessi. Da quando ha fatto il suo debutto come concorrente del talent di Maria De Filippi, Giulia – ventottenne fiorentina – non ha più mollato questo mondo. Dopo un importante contratto con una compagnia di danza americana e tante collaborazioni di fama mondiale, la Pauselli è come tornata a casa, in veste di professionista del corpo di ballo di Amici.

Giulia Pauselli Instagram, scatto ironico ed esasperato

Seguitissima su Instagram da circa 188 mila followers, Giulia Pauselli è molto amata e i suoi scatti sul social sono sempre allegri e colorati. Un po’ meno quando hai la “Sveglia presto e mille cose da fare”, come si legge sotto la didascalia che accompagna l’ultimo post della ballerina. In vacanza a Mikonos, Giulia Pauselli – dopo il weekend – sembra avere un po’ di difficoltà a ripartire il lunedì e ad affrontare una nuova settimana. E la foto racchiude – in modo ironico e un po’ esasperato – tutta la fatica.

Giulia Pauselli Instagram, “La prossima a mo’ di piccione”

Sdraiata a testa in giù, probabilmente sulle scale di un villaggio dell’isola, Giulia Pauselli è ritratta in un mini abito nero, come svenuta. L’immagine, condivisa su Instagram, ben si presta all’ironia dei commenti sotto il post: “Io che mi fingo morta vicino ai miei per non andare a scuola”, oppure “Io quando ho le infradito e scendo le scale di fretta”. Ma, nell’ilarità, qualcuno non si esime dal sottolineare l’esagerazione di certe pose: “Non sanno più come farle ‘ste foto…. La prossima sarà sul cornicione a mo’ di piccione”.

Leggi anche —> Elisabetta Canalis Instagram, il marito «Vecchio e brutto»: la showgirl non sembra prenderla bene

Aurora Ramazzotti attaccata su Instagram: la replica al follower è memorabile

Diane Keaton malattia: «Per anni ne ho sofferto. È stato terribile…»