in ,

Giulio Regeni morto al Cairo: trovato il corpo con segni di tortura

E’ finita purtroppo nel peggiori dei modi la ricerca di Giulio Regeni, lo studente italiano scomparso a Il Cairo il 25 Gennaio scorso. E’ la polizia egiziana a scoprire il corpo del 28enne fruilano. Secondo una fonte vicina alle forze dell’ordine il cadavere è stato rinvenuto in un “fosso”. Il luogo del ritrovamento, sempre secondo un’altra fonte informata, sarebbe la periferia.

Ma emergono preoccupanti informazioni. Sul corpo di Giulio Regeni sarebbero state rinvenuti segni di tortura. Sul ritrovamento del 28enne si apre ora un vero e proprio caso. Il giornale egiziano “Al Watan” ha scritto Mercoledì di un avvenimento probabilmente connesso alla morte dello studente fruilano “gli abitanti della zona Hazem Hassan della Città del 6 Ottobre hanno rinvenuto oggi il corpo di un giovane di 30 anni con tracce di tortura e ferite su tutto il corpo“. Secondo un’altra fonte, il cadavere di Giulio Regeni sarebbe stato ritrovato proprio lì.

Aspettando conferme ufficiali da parte delle autorità egiziane, il ministro degli Affari esteri Paolo Gentiloni ha espressoprofondo cordoglio personale e da parte di tutto il Governo ai familiari che si trovano al Cairo e che sono stati informati di questa notizia ancora priva di conferme ufficiali“. La famiglia del ragazzo si trova adesso all’ambasciata italiana de Il Cairo. Maurizio Massari, ambasciatore nella capitale egiziana, e Federica Guidi, Ministro dello sviluppo Economico, si trovano con loro. Il Governo italiano ha chiesto l’avvio immediato di un’indagine congiunta con la partecipazione di personale italiano.

Il Segreto facebook 3 febbraio

Programmi Tv stasera, 4 Febbraio 2016: Il Segreto e Don Matteo 10

oroscopo febbraio 2016 sagittario

Oroscopo Branko Febbraio 2016 – Sagittario, le previsioni del segno: guardare al futuro sì, ma con i piedi per terra