in ,

Giulio Regeni ultime notizie: la verità nei video della metro ma si sono autocancellati

Nuove indiscrezioni sul caso di Giulio Regeni, il ricercatore italiano scomparso al Cairo lo scorso 25 gennaio e poi ritrovato morto i primi di febbraio in un fossato alla periferia della capitale egiziana; secondo il procuratore di Giza che sta conducendo le indagini sul decesso del giovane infatti, ci sarebbero delle riprese video delle telecamere della metro che permetterebbero di fare luce sul giorno della scomparsa.

Dal lavoro degli inquirenti infatti sarebbe emerso che Giulio Regeni si trovava alle 19.38 nella stazione della metropolitana di El Behoos, quella vicina all’abitazione del ricercatore italiano; il cellulare del ragazzo infatti si sarebbe collegato ad internet proprio quando si trovava all’interno e proprio per questo dovrebbe essere stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza.

Il procuratore di Giza però ha sottolineato come i video di sorveglianza di quella notte non siano disponibili poiché si sono autocancellati visto che è passato troppo tempo; allo stesso modo anche le riprese delle telecamere dei negozi della zona avrebbero fatto altrettanto. Il procuratore Hassam Nassar però aggiunge che è impossibile che il giovane sia stato rapito all’interno della metro poiché a quell’ora vista l’affluenza qualcuno l’avrebbe notato.

Napoli

Napoli, ucciso lo zio di Mandragora mentre stava rincasando

concerti 2016 italia, concerti 2016 milano, concerti 2016 sicilia, ellie goulding concerti italia, skunk anansie concerti 2016, x amassadors concerti italia, negrita tour 2016, eros ramazzotti concerti 2016

Negrita tour 2016 9 Live&Live, date e prezzi delle esibizioni nei club della rock-band italiana