in

Gli effetti negativi della Cannabis

La Cannabis, conosciuta anche come Marijuana è una pianta appartenente alla famiglia delle Cannabaceae, la sua coltivazione, consumo e cessione sono legalmente proibite per i suoi effetti psicoattivi legati all’alta concentrazione di THC (Delta-9-tetraidrocannabinolo), composto stupefacente.

Il consumo di Cannabis risulta dannoso sotto tantissimi aspetti. Il THC si lega nel cervello ai recettori per anandamide (cannabioide endogeno, neurotrasmettitore in grado di imitare gli effetti psicoattivi della marijuana). Questi recettori risiedono nel sistema immunitario e intervengono in tantissimi processi come memoria, percezione, funzioni intelletive e motorie.
Più è alta la concentrazione di THC e maggiore è il consumo, più aumentano i danni per l’uomo, al cervello e al fisico.

medium_3083836418

Tantissimi sono gli studi che sono stati effettuati per rilevare i danni derivanti dall’uso di Marijuana.

Uno studio pubblicato dalla British Lung Foundation nel giugno 2012, ha dimostrato che la cannabis altera il DNA e favorisce l’insorgenza di cancro ai polmoni. Il rischio, secondo lo studio è di venti volte superiore rispetto chi fuma sigarette. Fumare una “canna” corrisponderebbe a fumare un intero pacchetto di sigarette.

Secondo ricerche condotte in laboratorio l’uso di cannabis annulla il sistema immunitario e la capacità del nostro fisico di difendersi contro le infezioni (virus, batteri), agenti nocivi ed altro.

Un altro studio recente, luglio 2012 (Psychological Medicine), condotto su cinquantamila soggetti, ha dimostrato che il consumo di Cannabis aumenta il rischio (quattro volte superiore rispetto a chi non ne fa uso) di disturbi psicotici, in particolare aumenta il rischio di schizofrenia. Basta uno spinello alla settimana per aumentare il pericolo di insorgenza di malattie mentali.

medium_4620116155

Gli effetti collaterali, derivanti dall’uso di cannabis, sono molteplici e si ripercuotono su tutto il fisico azzerandone le funzioni più importanti, i dati delle ricerche sono sconcertanti e ci fanno capire quanto sia importante che ci sia, in ogni paese, una attenta ed adeguata educazione sanitaria per i giovani.

Tuttavia c’è da sottolineare un aspetto terapeutico dei cannabinoidi che sono legati ad una percentuale, pressochè bassa, di THC. In alcuni paesi vengono utilizzati a scopo terapeutico e solo sotto stretta supervisione medica: in Inghilterra esistono farmaci antidolore contenenti i principi attivi derivanti dalla cannabis.

(photo credit: MendezEnrique via photopin cc;photo credit: prensa420 via photopin cc;photo credit: Cosmopolita. via photopin cc)

Seguici sul nostro canale Telegram

Calciomercato milan news

Barcellona-Milan 3-0 video gol Villa

Lionel Messi Pallone d'Oro

Barcellona-Milan 4-0 Diretta Live Risultato in Tempo Reale