in ,

Gloria Rosboch, Gabriele Defilippi abbandonato dal padre: intervista esclusiva a Quarto Grado

Non andrà a trovarlo in carcere. Non ha niente da dirgli. Il figlio avrebbe deciso di tagliare i ponti con lui, ed ora che è in carcere con la terribile accusa di avere prima truffato – sottraendole con l’inganno 187mila euro – e poi barbaramente assassinato la sua ex professoressa, Gloria Rosboch, ha deciso di lasciarlo al suo destino, solo con le sue responsabilità.

Molto forte e drammatica l’intervista che Simone Toscano ha realizzato per Quarto Grado: il giornalista della trasmissione di Retequattro è infatti riuscito a parlare con il padre di Gabriele Defilippi, il 22enne implicato, insieme alla madre Caterina Abbattista, e al suo complice presunto amante, Roberto Obert, nell’omicidio dell’insegnante di Castellamonte, Gloria Rosboch.

“Mio figlio ha fatto un dramma. Ok, ha commesso la cosa più brutta che poteva fare nella sua vita un essere umano. Soltanto il signore, quello che sta lassù, e la giustizia può giudicare mio figlio, sua madre e quello che hanno combinato. Da me non potete volere niente…”, ha detto l’uomo, intercettato dall’inviato di Quarto Grado mentre si apprestava a salire in auto.

E mentre Toscano lo incalzava“Ma lei non è andato in carcere per parlarci? Non ci andrà? Scriverà una lettera? Non ci vuole parlare con questo figlio dopo quello che ha fatto?” – lui, deciso, rispondeva: “Assolutamente… Mi dispiace tantissimo per questa donna e se potessi ridare la vita a questa donna, io lo farei. Purtroppo non lo posso fare, ha capito? Quindi io non posso che soffrire per questa donna e non posso che soffrire per mio figlio, ha capito, che ha fatto questo gesto infame…”.

Di fronte alla eventualità di un incontro in carcere con Gabriele è sembrato deciso sul da farsi: “Prima vediamo come sono andate le cose veramente e che la giustizia faccia il suo decorso, io adesso non posso fare nulla”“Non crede che anche lui ora abbia bisogno ora di assistenza magari psicologica, psichiatrica? Pensa che ci possa essere un riavvicinamento tra voi? Mi aveva raccontato che vi eravate allontanati…”, gli ha chiesto Simone Toscano, “Ma per forza è un ragazzo rovinato… Lui aveva allontanato me e io ho le prove di questo, attenzione…”, ha precisato l’uomo.

Un dramma familiare, un rapporto padre-figlio sgretolato ormai, e forse irrecuperabile, viste le lapidarie parole dell’uomo: Gabriele “Ha ammesso di averla… (la colpa ndr) Cioè si stanno dando la colpa con Obert… comunque di essere coinvolto nell’omicidio…”, gli ha fatto presente Simone Toscano, “Io non so chi cavolo sia questo Obert, non ho idea… Non so perché frequentava questa gente e come poteva permettersi di portare in casa della gente del genere, ha capito? Io non so, non lo so, non ho idea. Io vorrei capire tutto… Non posso sapere perché l’abbia fatto. Io non vado in galera, io non ho tempo… Che cosa le risolvo nella vita se vado trovarlo? Cosa le risolvo, mi spieghi? Che cosa le risolvo?”, ha risposto perentorio lui.

giornata mondiale autismo

Giornata mondiale dell’autismo: gli scienziati e artisti più brillanti affetti da questa malattia e dalla Sindrome di Asperger

Calciomercato Roma news, Conte vuole Manolas e Nainggolan al Chelsea