in ,

Gloria Rosboch, il bacio di Gabriele e le confidenze all’amica: “Con lui a mio agio”

Il quotidiano La Stampa pubblica le parole di Anna, amica della professoressa Gloria Rosboch, che ha rivelato le confidenze dell’amica in merito a Gabriele Defilippi, l’ex alunno che la illuse facendole credere di esserne innamorato e di poterle offrire una nuova vita, insieme, in Costa Azzurra. Abile seduttore e trasformista, Gabriele era riuscito ad insinuarsi nelle insicurezze e fragilità della 49enne, che aveva letteralmente riposto nelle sue mani i risparmi di una vita, convinta che quel giovane premuroso fosse davvero interessato a lei e volesse aiutarla ad evadere.

L’insegnante, truffata e uccisa proprio da Gabriele Defilippi e la sua ‘banda’ di complici, mai avrebbe dubitato della onestà del 22enne. “Io, quando esco con Gabriele, mi sento a mio agio, parlo di qualsiasi cosa, senza problemi, cosa che non ho mai fatto prima… ma certo non con altri” – aveva confidato la donna all’amica – “Inoltre sino ad ora, con Gabriele, oltre a qualche bacio, chiacchierate e cene, non c’è stato altro… Perché qui non vogliano che appaia nulla, ecco perché io vorrei provare questo lavoro accanto a lui ma anche provare a vivere la sua amicizia e stima che ha sempre avuto nei miei confronti…”.

Ma quel sogno per Gloria, ormai lo sappiamo, si sarebbe trasformato in un incubo, culminato con il suo omicidio. All’apparenza infallibile, la lucida strategia di Gabriele (prima e dopo l’omicidio) sembrava un perfetto piano di morte, che in realtà in appena trenta giorni dal delitto, nonostante i suoi plurimi depistaggi ed un alibi apparso inizialmente attendibile, lo ha portato in galera insieme ai suoi complici, l’amante Roberto Obert e la madre, Caterina Abbattista.

Difficile, ora, alla luce dei fatti, immaginare Gabriele fragile e affetto da una patologia psichiatrica. Eppure anche questa mattina l’avvocato di Gabriele, Pierfranco Bertolino, ha ribadito il concetto: “Gabriele è in isolamento, guardato a vista dalle guardie carcerarie perché potrebbe compiere un gesto inconsulto” – queste le sue parole nella diretta odierna di Mattino 5 “alterna momenti di forte depressione ad altri di incredibile lucidità. Non so se si tratti di una patologia psichiatrica, ma come su difensore ho il dovere di fare chiarezza sulla questione”.

Intanto il lavoro degli inquirenti per ricostruire l’esatta dinamica dell’omicidio e delle fasi successive ad esso, va avanti: in attesa che sia interrogata Sofia, l’ultima fidanzata di Gabriele, si viene a sapere che è stato proprio lui a fornire una sim intestata a un cittadino cinese ad Efisia, la quarantenne sue ex amante e complice ora indagata per concorso in truffa, affinché la utilizzasse per fare la telefonata della finta dottoressa De Martino, fantomatica direttrice di banca che rassicurò la Rosboch in merito al suo investimento finanziario da 187mila euro.

valanghe Trentino Alto Adige

Allarme maltempo, valanga in Val di Fassa travolge sciatori: due feriti

e-reader

E-Book reader e tablet: Qual é meglio? Libri digitali in crescita, iPad domina il mercato