in ,

Gloria Rosboch insegnante scomparsa: mistero su prelievo di 180 mila euro

È mistero fitto sulla scomparsa di Gloria Rosboch, la professoressa di sostegno 49enne di Castellamonte, in provincia di Torino, di cui si sono perse le tracce quasi sette giorni fa. La madre della donna oggi è stata raggiunta dai microfoni di Pomeriggio 5, ed ha espresso tutta la sua preoccupazione per la sorte della figlia, che prima di uscire di casa, lo scorso 14 gennaio alle 15, sembrava “tranquilla come sempre, era tornata da scuola alle 13.40 e dopo pranzo, con la sua cartella in mano, ci aveva detto che usciva per una riunione a scuola, dove invece non è mai andata”.

Nessuno dei familiari sa darsi una spiegazione per il comportamento della professoressa, che prima di uscire mentì loro, per andare dove? E con chi? Gloria Rosboch è uscita nel primo pomeriggio, lasciando a casa carta di credito e documenti, portando con sé solo il cellulare, risultato irraggiungibile poco dopo.

Unico elemento anomalo in mano agli inquirenti, uno strano prelievo di 180mila euro fatto in due tranche nel giro di pochi mesi. Denaro che l’insegnante avrebbe speso, anche se nessuno, nemmeno i familiari, saprebbe come: “Quei soldi Gloria li prelevò dal suo conto personale e li diede ad una persona, un conoscente di cui si fidava, che le propose una prospettiva di lavoro poi sfumata nel nulla … ma non abbiamo idea di che fine abbia fatto quel denaro”.

breslavia capitle europea cultura

La capitale della cultura europea 2016 è Wroclaw, l’antica Capitale della Slesia

Salvini attacca il Governo Renzi su prestito pensionistico

Riforma pensioni 2016 ultime novità: Matteo Salvini sferra un nuovo attacco alla Fornero e denuncia lo stato dei pensionati in Italia