in ,

Gloria Rosboch news: il fratellino di Gabriele sa che fine hanno fatto i suoi soldi?

Il 18 maggio 2016 sarà un giorno decisivo per gli sviluppi dell’inchiesta sulla truffa e sull’omicidio ai danni di Gloria Rosboch, l’insegnante 49enne di Castellamonte strangolata e gettata in un pozzo a Rivara, nel Torinese, il 13 gennaio scorso, del cui delitto sono accusati l’ex allievo 22enne, Gabriele Defilippi, e l’amante e complice, Roberto Obert, di 54 anni.

Il 18 maggio avrà infatti luogo in Procura ad Ivrea l’incidente probatorio che vedrà presenti gli indagati ed un giovane testimone-chiave nella inchiesta: il fratellino 13enne di Gabriele. Il minore infatti avrebbe assistito a vari episodi direttamente connessi con i reati imputati alla madre e al fratello (anche Caterina Abbattista è in carcere con l’accusa di concorso in truffa aggravata e omicidio): sentito in audizione protetta, riferì di aver visto madre e fratello dar fuoco a delle banconote, e di essere stato minacciato di morte da Gabriele (che gli avrebbe puntato una pistola alla testa) se avesse riferito a qualcuno quanto visto.

Al minore mercoledì 18 maggio verrà chiesto, in presenza di uno psicologo, degli indagati (che potranno sentirlo ma non vederlo) e dei rispettivi legali, di ribadire la sua versione dei fatti, di ripetere quanto visto e sentito, ed eventualmente di aggiungere nuovi particolari sulla vicenda. Esiste infatti la possibilità che il minore sappia molto di più sui soldi della professoressa Rosboch e che sia a conoscenza della fine che abbiano fatto. Se così fosse, mercoledì durante l’incidente probatorio potrebbero emergere particolari determinanti per la risoluzione del caso.

Cannes 2016, “The Bfg”, il Grande Gigante Gentile di Steven Spielberg: trama, cast e trailer

m5s

Movimento 5 Stelle Parma, Pizzarotti sospeso: la surreale vicenda dei Grillo boys