in ,

Gloria Rosboch ultime notizie, proseguono le ricerche della pistola di Defilippi

Domani potrebbe essere una giornata decisiva nelle indagini sull’omicidio di Gloria Rosboch, l’insegnante scomparsa esattamente due mesi fa, il 13 gennaio, e ritrovata morta in un pozzo nei boschi di Rivara nel Canavese i primi di febbraio; gli inquirenti infatti torneranno nei boschi per cercare la pistola semiautomatica di Gabriele Defiippi, nascosta insieme al suo complice Roberto Obert.

Nei giorni scorsi le forze dell’ordine avevano già cercato l’arma proprio con l’aiuto dell’amante di Gabriele ma non avevano avuto successo; l’uomo però avrebbe ricordato alcuni particolari sul luogo in cui aveva sepolto la pistola all’interno di una scatola. Obert avrebbe riposto l’arma in una busta e poi all’interno di un altro contenitore per poi seppellirla in un buco scavato con una cazzuola da muratore.

C’è grande attesa poi per la testimonianza di Gabriele Defilippi, che proprio ieri aveva detto di essere disposto a raccontare tutta la verità sulla vicenda; il procuratore di Ivrea Giuseppe Ferrando dovrebbe ascoltarlo tra mercoledì e giovedì e proprio dalle sue dichiarazioni si potrebbe far luce sul luogo in cui si trova l’arma ma anche sul denaro scomparso della defunta Gloria Rosboch.

attacco armato in costa d'avorio

Costa d’Avorio, spari in hotel di turisti occidentali: almeno 6 morti e 10 feriti

Indennità di accompagnamento 2016

Indennità di accompagnamento 2016: requisiti, a chi spetta, importi e novità