in ,

Google e il diritto ad essere dimenticati

Essere dimenticati dal motore di ricerca di Google: è questa la possibilità che Larry Page, cofondatore del colosso del web, apre a tutta l’Europa dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea che riconosce ai cittadini il diritto a vedere cancellate dal web informazioni considerate scorrette o sconvenienti.

google

Da ieri 29 maggio, infatti, è possibile scaricare dal web un modulo che permetterà ai cittadini europei di esercitare il diritto all’oblio e quindi chiedere la cancellazione di dati che si reputano inopportuni. Come funziona? Dopo essersi identificati caricando la copia digitale di un documento di identità, è necessario indicare il link di cui si richiede la rimozione spiegandone le ragioni. Operatori di Google provvederanno ad analizzare ogni singola richiesta, anche se ancora non è dato a sapere né i criteri che guideranno l’eliminazione dei risultati né i tempi necessari.

Intanto il motore di ricerca sta cercando di formare un comitato di esperti che analizzi la complicata convivenza tra il diritto individuale all’oblio e quello pubblico di accesso all’informazione.

Per accedere al servizio, clicca qui.

(fonte: La Repubblica; autore dell’immagine principale: Alain Bachellier, da Flickr.com)

Seguici sul nostro canale Telegram

Un Posto al Sole anticipazioni

Un Posto al Sole: il cast attende con gioia il parto di Claudia Ruffo

Carlo Conti (Official Page) facebook

Stasera in Tv: si chiudono “Si può fare!”, “Virus-Il contagio delle idee”, “Sfide” e il Crozza nel Paese delle Meraviglie – Remix