in ,

Google lancia Ara, lo smartphone modulare ‘in pezzi’

Il primo esemplare sarà in commercio dal gennaio 2015, lo ha annunciato Google, che a dicembre di quest’anno rilascerà un aggiornamento Android per questa sua nuova creatura, il dispositivo Ara. Si tratta si uno smartphone modulare, fatto di pezzi combinabili, che ogni utente potrà comporre a suo piacimento.Ara smartphone

Ciò per andare incontro al diverso budget economico di ognuno di noi, affinché il cellulare “fai-da-te” sia alla portata di chiunque. Big “G” apre dunque la strada ad una nuova frontiera della tecnologia, introducendo sul mercato l’innovativo dispositivo elettronico e offrendo ad ogni potenziale acquirente la possibilità di personalizzarne l’hardware in base alle proprie esigenze personali. I moduli che andranno a comporre il nostro smartphone modulare potranno essere acquistati separatamente e in tempi diversi; ognuno nel comporlo potrà sbizzarrirsi a proprio piacimento.

I più minimalisti, ad esempio, potranno optare per il modello “scheletro”, dotato dei componenti primari e disponibile in una varietà di colori. L’obiettivo di Google è quello di riuscire a creare in pochi anni un nuovo mercato di smartphone, rivoluzionandone la produzione.

Dentifricio danneggia sperma

Infertilità maschile: sapone e dentifricio deteriorano lo sperma

Cutting tra gli adolscenti

Ragazzi cutter, quando il disagio giovanile assume la forma dell’autolesionismo