in ,

Gorilla ucciso allo zoo per salvare bambino, è polemica: si poteva evitare di sopprimerlo? (VIDEO)

Ha sconvolto l’opinione pubblica di tutto il mondo la terribile vicenda del gorilla di 17 anni appartenente a una specie a rischio ucciso sabato scorso nello zoo di Cincinnati, in Ohio, per salvare la vita a un bambino, finito accidentalmente nel suo recinto.

Il piccolo, che ha 3 anni, aveva scavalcato la barriera di protezione, ferendosi dopo un volo di 3 metri e cadendo nel fossato dell’animale. Harambe, questo il nome dell’anziano gorilla ucciso, trovandoselo di fronte non lo aveva aggredito ma, comprensibilmente spaventato e incuriosito, ha afferrato il bimbo per qualche minuto, trascinandolo.

È a quel punto, quando erano passati 10 minuti dall’accaduto, che gli operatori dello zoo di Cincinnati hanno deciso di dare priorità alla vita del bambino e uccidere l’animale per metterle in salvo il piccolo. Ma è polemica: è stata infatti contestata la decisione di sopprimere l’anziano esemplare di gorilla, nell’ipotesi che iniettandogli un tranquillante sarebbe stato possibile salvare la vita anche a lui.

Interpellato al riguardo, il direttore dello zoo, Thane Maynard, è stato chiaro: “Il piccolo era in pericolo di vita, un tranquillante non avrebbe neutralizzato l’animale immediatamente e questo avrebbe comportato un rischio per il bimbo”. “È un giorno molto triste per lo zoo”, ha poi aggiunto, “questa è la prima volta che un animale viene abbattuto in una situazione di emergenza di questo genere. Ma hanno fatto la scelta giusta perché hanno salvato la vita del bambino”. Il piccolo è stato ricoverato in ospedale con ferite lievi.

ricette la prova del cuoco

Ricette Anna Moroni a La prova del cuoco: ciambella di pasta fredda

Un Medico in famiglia 10

Un Medico in Famiglia 10 cast, “Ciccio” si riscopre fantino e vince le Oaks di Milano