in ,

Governo: a breve il decreto sui micro-pagamenti con carte e bancomat

Già annunciato durante il precedente Governo Monti, divenuto uno degli obiettivi principali anche del nuovo Governo amministrato da Letta, sembra che sia stata intrapresa in modo definitivo, la strada verso un decreto sugli incentivi all’utilizzo della moneta elettronica: carte di credito e bancomat. Entro la fine di questa estate quindi, ci sarà una cooperazione tra il ministero dell’Economia e quello dello Sviluppo economico per puntare sui micro-pagamenti.

La moneta elettronica è stata ribattezzata dal governo: una potente arma per fronteggiare l’evasione fiscale. Obiettivo principale del provvedimento, sarà quello di allineare i desideri dell’esecutivo alle abitudini degli italiani, attraverso una minore spesa sulle commissioni della carte di credito, ed un numero maggiore di Pos presenti negli esercizi commerciali. Oltre questo, il vero obiettivo dell’esecutivo, sarebbe proprio vincolare le microtransazioni che si effettuano ogni giorno, indirizzandole verso i pagamenti con la moneta elettronica.
governo,letta


Da un recente studio redatto da I-Com (istituto per la competitività) sui dati della Bce, si stima che un ipotetico aumento di 10 milioni di carte ridurrebbe l’economia sommersa del 3,6% con un “tesoro” di circa 5 miliardi di euro, ovviamente ai danni dell’evasione fiscale. Lo studio dice anche che un aumento del numero di carte in circolazione di circa 5 milioni di unità creerebbe un extragettito di 2,6 miliardi di euro.

La sfida del Governo sembra ormai annunciata.

Anticipazioni Il segreto martedì 23 luglio: Soledad è in pericolo di vita

nascita royal baby

Royal baby: Kate Middleton è entrata in travaglio, si attende la nascita