in ,

Nuovo Governo Gentiloni fiducia: Verdini e Ala Civica tuonano: “Non siamo alleati di serie B”

 

Nuovo Governo Gentiloni fiducia: Denis Verdini parla chiaro

Il Nuovo Governo Gentiloni è in fase embrionale. Dopo aver ricevuto l’incarico da Sergio Mattarella nella giornata di ieri, 11 dicembre 2016, e aver accettato con riserva, l’ex spalla di Francesco Rutelli si è tuffato a capofitto nelle consultazioni con i principali gruppi parlamentari. Come noto, non ci sarà spazio per il Movimento 5 Stelle che ha già fatto sapere di non riconoscere il Nuovo Governo Gentiloni, al pari della Lega Nord: entrambi i partiti diserteranno le consultazioni. Intanto, però, le novità più importanti arrivano da Ala Civica con Denis Verdini, ex braccio destro di Berlusconi, stanco di tenere il gioco alla maggioranza. Senza avere nulla in cambio, ovviamente. Ed è così che fonti parlamentari spiegano come Verdini e la sua delegazione avrebbero richiesto a Paolo Gentiloni, dopo l’incontro di ieri, di entrare a far parte, formalmente, della nuova squadra di Governo. “Non siamo alleati di serie B.” ha sibilato Denis Verdini.

TOTOMINISTRI: CHI ENTRA E CHI ESCE DA PALAZZO CHIGI

Nuovo Governo Gentiloni, Denis Verdini: “Incontro andato benissimo”

Il leader di Ala-Scelta Civica, Denis Verdini, si è detto entusiasta al termine dell’incontro con Paolo Gentiloni, avvenuto nella giornata di ieri per le consultazioni sul Nuovo Governo. “L’incontro è andato benissimo.” queste le parole rilasciate alla stampa. Secondo fonti interne, durante le consultazioni non si sarebbe parlato né di numeri, né di nomi per entrare a far parte dell’esecutivo. Però, tra le ipotesi ventilate c’è la possibilità di una promozione per Zanetti, attualmente viceministro all’Economia. Diversamente, invece, sembrano in calo le quotazioni di Marcello Pera, ex presidente del Senato che ha portato avanti la campagna referendaria per il Sì.

ministro esteri renzi gentiloni mogherini dimissioni

Nuovo Governo Gentiloni fiducia: i rischi del Senato

Nella giornata di ieri, 11 dicembre 2016, Paolo Gentiloni, nuovo Presidente del Consiglio, ha incontrato Zanda. Un incontro ‘clou’ poiché, dalla sua posizione, dipende la maggioranza a Palazzo Madama, dove i numeri non sono così certi come alla Camera, dove non ci sono problemi. Al Senato, che doveva essere abolito domenica scorsa ma poi è andata diversamente, sì. Ala conta 18 senatori. L’ultima fiducia al governo Renzi ha toccato quota 173. Senza Ala, l’esecutivo può andare sotto. Denis Verdini infatti alza il prezzo. Chiede un ministero di peso per Enrico Zanetti e un altro posto o per Saverio Romano o per Riccardo Mazzoni, senatore pratese vicino anche a Lotti.

 

 

47 ANNI FA STRAGE PIAZZA FONTANA

12 dicembre 1969: 47 anni fa la Strage di Piazza Fontana, ancora senza colpevoli ‘ufficiali’

Fidanzata Cristiano Ronaldo Georgina Rodriguez

Cristiano Ronaldo fidanzata, le foto della bellissima Georgina Rodriguez