in

Governo, ipotesi Grasso gradita al Movimento 5 Stelle?

No ad un governo guidato da Pier Luigi Bersani, ma su un esecutivo guidato da una personalità esterna ai partiti c’è ancora uno spiraglio. Lo si legge nelle parole dei due consulenti per la comunicazione dei gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle, Claudio Messora e Daniele Martinelli, intervistati ieri sera da La Zanzara su Radio24.

Claudio Messora

“Lo decideranno deputati e senatori. Ma la fiducia una volta che la dai è un casino, perché poi toglierla è complicato”, ha detto Messora alla domanda su un’ipotesi di governo affidato ad una personalità esterna ai partiti.

Il no a Bersani, invece, è senza se e senza ma. “Il movimento – ha detto Messora – non darà mai la fiducia a un governo guidato da lui. Nemmeno se adotta il nostro programma, perché a quel punto il governo lo facciamo noi, e nemmeno se cammina di notte sui ceci”.

Ma chi potrebbe essere? Potrebbe essere il neo presidente del Senato Piero Grasso? Si tratta della seconda carica istituzionale, la prima ad essere presa in considerazione per un eventuale “governo del presidente” indipendente dai partiti. Anche se Grasso è stato candidato ed eletto con il PD, non può essere considerato “tout court” un politico.

Vedremo. Per il momento il grande capo del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, tace. Perchè è a lui, come hanno lasciato intendere i due portavoce, che spetterà l’ultima parola. “Lui è il capo politico del movimento, lo dice anche la legge elettorale”, ha detto Messora.

Poi Martinelli conferma l’apertura ad un governo guidato da una personalità esterna e sul Quirinale rilancia l’ipotesi di candidare Dario Fo.

CONSULTAZIONI NAPOLITANO, ECCO IL CALENDARIO
IL GOVERNO BERSANI NASCERA’ CON L’APPOGGIO DELLA LEGA?

Seguici sul nostro canale Telegram

Ottimizzazione Siti Web, utenti sempre più veloci ma pagine sempre più lente

Ricetta frappe o chiacchiere di carnevale con grappa al forno (Foto)