in

Governo news, accordo Pd – M5S: la lunga settimana di Maurizio Martina

Sarà una settimana lunghissima per Maurizio Martina, segretario reggente del Partito Democratico. Toccherà a lui, infatti, guidare in un porto sicuro i DEM in un mare in piena burrasca. Andrà fatto o meno l’accordo con il Movimento 5 Stelle per andare al Governo? Si deciderà giorno 3 maggio 2018, in occasione della Direzione al Nazareno convocata proprio dallo stesso Martina. Attenzione, in questa data non si dirà si o no a un accordo ma solo la possibilità di potersi sedere a trattare con Di Maio e colleghi. Insomma, per la formazione del Governo 2018 ci vorrà ancora qualche settimana. Ma è un crocevia fondamentale: se dovesse passare la posizione del dialogo, dunque mettendo da parte la volontà di Matteo Renzi, si segnerebbe una svolta importante per il raggiungimento di un accordo politico con i rivali del Movimento 5 Stelle. Eppure, l’aria che tira al Nazareno non è delle migliori con Rosato e Orfini fedeli alla posizione di Renzi: “Noi andremo all’opposizione.”

Leggi anche: Il centrodestra non vacilla, parola di Berlusconi e Salvini

Governo news, Martina su Facebook chiede unità al Pd e attacca Salvini

Un accorato appello da parte di Maurizio Martina è arrivata nella giornata di ieri su Facebook: “Prego tutti di discuterne e rifletterci avendo sempre a cuore l’unità del Pd e della nostra comunità. Ragioniamoci insieme. C’è davvero bisogno di tutto il Pd”. Poi, il segretario reggente del Partito Democratico, non usa giri di parole per attaccare il leader della Lega e del centrodestra, Matteo Salvini: “Siamo arrivati a questo dopo 50 giorni di caos, tira e molla e veleni tra le forze che il 4 marzo hanno prevalso. Salvini e soci che cercano di fare la morale dovrebbero solo tacere ora. Nessuno dimentica gli scontri che ci hanno diviso in questi anni dal movimento Cinque Stelle. Siamo stati e continueremo ad essere esperienze profondamente diverse, alternative su molti fronti. Personalmente ritengo che sia nostro dovere confrontarsi, rilanciando la sfida. Andando a vedere il merito di una possibile agenda d’impegni. Non farlo rischia in qualche modo di contribuire all’involuzione del nostro Paese anche sullo scenario europeo”.

Governo news, Ettore Rosato non vuole l’accordo con il Movimento 5 Stelle

Intanto, mentre Calenda dichiara di stracciare la tessera del Partito Democratico, Orfini di voler restare all’opposizione, Orlando ammette di non dover dare consigli a Matteo Renzi, anche Ettore Rosato – autore della Legge Elettorale con cui si è andati al voto – rivela la propria posizione circa un accordo con il Movimento 5 Stelle: “Penso che Lega e M5s abbiano un’intesa solida – dichiara il vicepresidente della Camera – e che il resto sia soltanto una perdita di tempo. Penso anche che Di Maio e Salvini tireranno di nuovo fuori gli anelli di fidanzamento”. Sulla possibilità di aprire un confronto con il M5s, ha precisato: “Condivido le precondizioni stabilite dal Partito: i Cinquestelle considerino chiuso il dialogo con la Lega. Secondo, considerino la stagione delle riforme del Pd un elemento positivo per questo Paese. Se ciò non fosse, per noi non sarebbe possibile fare una trattativa con loro”.

Governo news, Silvio Berlusconi al Tg2: “Centrodestra è una forza politica unita, escludo accordo Lega – M5S”

Giorgio Napolitano ricoverato

Giorgio Napolitano condizioni di salute: come sta il Presidente Emerito? Le ultimissime