in ,

Gran Premio della Repubblica Ceca MotoGp: il trio delle meraviglie parla spagnolo

Nel Gran Premio della Repubblica Ceca Lorenzo, nonostante la gara strepitosa, si deve inchinare allo strapotere Honda e al talento del giovane Marc Marquez. Pedrosa si piazza al secondo posto precedendo Lorenzo. Marquez è imbattibile, sulla sua Honda sembra volare sfidando le leggi delle gravità senza temere i suoi avversari. Ed è così che trionfa per la quarta volta consecutiva  e per la quinta volta nel campionato. Crutchlow

Lorenzo scatta e va in fuga, dettando il ritmo della gara, mantenendo il vantaggio per più giri e tenendo testa agli attacchi dell’agguerritissimo Marquez.  Da metà gara iniziano a cadere le prime gocce e perciò viene esposta la bandiera bianca che apre alla procedura “Flag to flag”. A 7 giri dalla fine il duello tra Marquez e Lorenzo si fa serrato. Pedrosa dal terzo posto gestisce la gara in modo intelligente riuscendo ad affondare il suo attacco ai danni di Lorenzo a tre giri dalla fine.

Il Dottore Valentino Rossi, invece conquista, in volata, il quarto posto davanti a Bautista. Peccato per il pilota inglese Crutchlow partito in pole ma che dopo soli 7 giri scivola lasciando spazio allo “show iberico”. Durante la corsa cadono in maniera spettacolare Barbera e Corti, ma fortunatamente senza danni ai piloti.  La lotta mondiale sembra essere nelle mani della Honda ma con piloti così lo spettacolo è garantito.

Ordine d’arrivo G.P. della Repubblica Ceca

01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 22 giri in 42’50.729
02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.313
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.277
04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 10.101
05- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 10.178
06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 19.807
07- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 35.015
08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 35.354
09- Andrea Iannone – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 51.149
10- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 56.392 (CRT)
11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 57.420 (CRT)
12- Michele Pirro – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1’05.430
13- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1’12.364 (CRT)
14- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’13.500 (CRT)
15- Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1’14.128 (CRT)
16- Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 – + 1’14.991 (CRT)
17- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1’20.640
18- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 – + 1’34.462 (CRT)
19- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – + 1’49.713 (CRT)
20- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – + 1’50.024 (CRT)
21- Martin Bauer – Remus Racing Team – S&B Suter BMW – a 1 giro (CRT)

Classifica Piloti

1.Marquez (213) 2.Pedrosa (187) 3.Lorenzo (169) 4.Rossi (143) 5.Crutchlow (127) 6.Bradl (103) 7.Dovizioso (96) 8.Bautista (92) 9.Hayden (80)  11.Espargaro (62) 10.Smith (59) 12.Pirro (40) 13.Iannone (36) 14.Edwards (25) 15.Barbera (24) 16.Petrucci (21) 17.De Puniet (20) 18.Spies (9) 19.Hernandez (7) 20.Corti (7) 21.De Angelis (5) 22.Abraham (5) 23.Aoyama (4) 24.Laverty (3) 25.Staring (2) 26.Del Amor (1).

 

Seguici sul nostro canale Telegram

belen rodriguez stefano de martino

Belen Rodriguez, niente tata per Santiago e matrimonio alla Julia Roberts

MTV VMAs 2013, è guerra a colpi di pop tra Lady Gaga e Katy Perry