in

Graph Search ed Instagram, ancora problemi di privacy per Facebook

Stavolta però si tratta solo di un equivoco dato da una comunicazione poco precisa di Instagram. L’applicazione acquisita da Facebook per una cifra astronomica permette agli appassionati di fotografia di scattare foto e modificarle con filtri e colori, condividendole in un social network “parallelo” ma fortemente integrato con Facebook.
Di recente però, Instagram ha modificato i termini del servizio aggiungendo una clausola che parlava di possibilità di usare le foto in relazione a contenuti pagati o sponsorizzati. Sono stati tantissimi a credere che Instagram avesse intenzione di usare le foto degli utenti sarebbero potute essere vendute per scopi pubblicitari. La notizia, male interpretata, è girata in rete così come lo sdegno dei tanti fotografi che usano l’applicazione e che ovviamente non apprezzerebbero il fatto di vedersi le proprie foto usate gratis per creatività di vario genere.
In realtà, il CEO di Instagram Kevin Systrom, ha chiarito sul blog aziendale che mai Instagram ha intenzione di vendere le foto e che la clausola riguardava solo il fatto che annunci sponsorizzati sarebbero potuti comparire in correlazione alle foto, mossa abbastanza scontata per monetizzare il prodotto.

Le polemiche riguardanti la privacy hanno coinvolto anche il nuovo motore di ricerca di Facebook denominato Graph Search. Un servizio utile ed integrato con Bing che permette agli utenti di ricercare i contenuti condivisi.Anche qui molti hanno obiettato che facilitare la ricerca avrebbe infranto la privacy in quanto in grado di mostrare link in post “nascosti”. Zuckerberg ha chiarito che la ricerca coinvolge solo elementi comunque condivisi e che per evitare di essere ricercati basta accertarsi di pubblicare contenuti in modo privato (“Solo io” o visibile “solo agli amici”).
Insomma, manovrando le opzioni della privacy si ha la possibilità di assicurarsi la privacy. Peccato però che pochi sappiano davvero utilizzare tali opzioni e, soprattutto, non è facile tornare indietro sulla propria privacy a cercare post compromettenti da eliminare.

Contratto Candidati Pdl

Popolo delle Libertà, il contratto dei candidati

BENIGNI RICOVERATO A SASSARI

Rai 2, Teodoli punta sul tris Balivo, Benigni e The Voice