in ,

Gravidanza, i bambini ascoltano la musica e cantano già dalle prime settimane: ecco cosa ha dimostrato uno studio spagnolo

Parlare ai bambini non appena nati è di fondamentale importanza ma da oggi lo sarà ancor di più sin dalle prime settimane di gestazione. Uno studio effettuato in Spagna dall’Istitute Marques di Barcellona ha rivelato che il feto è in grado di riconoscere i suoni fin dalla 16esima settimana e ciò significa che è possibile una forma di comunicazione tra mamma e figlio.

Per far ciò però è stato inventato il Babypod, un dispositivo che si inserisce nella vagina e consente alla mamma di iniziare a dialogare con il piccolo, vedendo tramite l’ecografia le risposte del feto tramite movimenti della bocca o della lingua. Il dispositivo consentirà anche di testare le funzionalità dell’udito, escludendo qualsiasi problematica prima della nascita.

Siamo consapevoli di quanto sia importante parlare ai bambini sin dal momento della nascita per attivare la stimolazione neurologica – hanno dichiarato gli studiosi – Adesso abbiamo la possibilità di farlo molto prima“. La teoria è stata dimostrata osservando la risposta del feto attraverso l’ecografia: una volta sentita la musica, il piccolo iniziava a muovere bocca e lingua, dimostrando di percepire la melodia.

Foto: fotorawin/shutterstock.com

Venezia Klimt, venezia vendita klimt, venezia asta klimt

Venezia, il sindaco vuole mettere all’asta Klimt ed è subito bufera

Film in uscita al cinema ottobre 2015, Lo stagista inaspettato trailer e trama

Film in uscita al cinema ottobre 2015: “Lo stagista inaspettato”, trailer e trama