in ,

Gravidanza: la suoneria del cellulare disturba il feto, ecco cosa succede

Da una ricerca condotta dai ginecologi del Wyckoff Heights Medical Center di New York su 28 donne medico nel terzo trimestre di gravidanza è emerso che la suoneria e le vibrazioni di cellulari e di cercapersone, provocano delle reazioni nel feto, che potrebbero interrompere e disturbare il suo riposo.

Dai risultati di quest’indagine preliminare, che non ha valore scientifico in quanto il campione è troppo ridotto, è apparso che i cellulari fatti squillare in prossimità dell’addome dalle donne incinte causano nel feto l’insorgenza di alcuni riflessi di allarme. Agitare la testa, spalancare la bocca e il tremore delle labbra, sono i segnali comparsi che fanno intuire che il suo stato di quiete sia stato disturbato da quel rumore esterno, delle reazioni di spavento e sorpresa monitorate con dei dispositivi a ultrasuoni.

Dopo la prima fase, i ginecologi statunitensi, hanno cercato di capire se con il passare del tempo il feto presentava ancora queste reazioni. Programmando la ripetizione dello squillo ogni dieci minuti i riflessi erano ancora presenti nel 90% dei casi. Quando invece diminuirono il tempo di ripetizione a cinque minuti si arrivò a un calo dei sobbalzi del 60% nei feti sotto le 36 settimane e per quelli arrivati quasi a termine del 90%. Nell’indagine non sono stati studiati gli effetti sulla salute che lo squillo e le vibrazioni possono avere sul piccolo in grembo, però i ricercatori consigliano per precauzione di evitare di tenere cellulari e cercapersone sull’addome o nelle sue vicinanze.

Photo credit: Ratchapol Yindeesuk/shutterstock

Giro d Italia 2015

Giro d’Italia 2015 decima tappa: a Forlì Boem rovina i piani dei velocisti

Guerrina Piscaglia ultime news

Guerrina Piscaglia news a Pomeriggio 5: padre Gratien Alabi resta in carcere