in

Gravidanza, uno studio rivela i rimedi per restare incinta: «Via i pensieri negativi, necessario sostegno alla coppia!»

Sogni di diventare mamma, purtroppo però puntualmente arrivano ogni mese le «maledette» mestruazioni. Calendari alla mano, fase lunari, orari stabiliti per fare l’amore, ma niente. Pensi ci sia qualcosa che non va, l’ansia cresce e con quest’ultima il timore di non essere abbastanza, di essere una donna a metà. Niente di più sbagliato.

A concorrere ad una mancata gravidanza tutta una serie di cause che non basterebbe un articolo per elencare. Se stai cercando di rimanere incinta è bene che tu sappia che uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione è quello legato proprio allo stress. Secondo una recente ricerca pubblicata sulla celebre scientifica “American Journal of Epidemiology”, esisterebbe un legame molto forte tra infertilità e stress. Stando agli studiosi lo stress tende, infatti, a ridurre drasticamente la possibilità di restare incinta.

La ricerca, realizzata dalla Scuola di Sanità Pubblica dell’Università di Boston, ha studiato i dati riguardo migliaia di volontari che fra il 2013 e il 2018 hanno cercato di avere un figlio. Gli scienziati, alla cui guida c’è Amelia K. Wesselink, docente nel Dipartimento di Epidemiologia dell’ateneo del Massachusetts, hanno studiato nello specifico la situazione di 1.272 uomini e 4.769 donne con un’età fra i 21 e i 45 anni. I volontari hanno risposto e alle domande di un questionario per valutare lo stress e l’ansia realizzato dal Perceived Stress Scale (PSS). Le analisi statistiche hanno dimostrato che le donne, alle quali si erano riscontrati alti livelli di stress, presentavano una possibilità di concepimento inferiore di circa il 13% rispetto alle altre volontarie. Significativo anche il fatto che il legame fra ansia e infertilità sia più forte nei soggetti con un’età inferiore ai 35 anni. Al contrario più la donna sta bene mentalmente più aumentano le possibilità di una gravidanza. Questo discorso, tuttavia, varrebbe soltanto per il gentil sesso, non per gli uomini, la cui fertilità non sarebbe in alcun modo influenzata dallo stress.

 

La dott.ssa Amelia K. Wesselink ha voluto precisare però: «Sebbene questo studio non provi definitivamente che lo stress provoca l’infertilità, fornisce prove a sostegno della necessità di integrazione dell’assistenza sanitaria mentale nell’orientamento e nella cura delle coppie con problemi di infertilità». È evidente come sia fondamentale per una donna essere serena, libera da preoccupazioni per raddoppiare le probabilità di restare incinta. In altre parole diventare mamma non deve essere un’ossessione. Via i pensieri negativi.

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Luciana Fantato scomparsa a Gambolò: perquisita casa dai carabinieri del Racis

Ryanair offerte di lavoro

Assunzioni Ryanair 2018 offerte di lavoro: ecco le date per le selezioni in Italia (GUIDA COMPLETA)