in ,

Grecia: rinvenuti 80 scheletri ammanettati risalenti a prima di Cristo, sono gli uomini del vile Cilone?

A pochi chilometri da Atene si scava per costruire la Biblioteca Nazionale Greca e per l’Opera Nazionale; chi se lo sarebbe aspettato di imbattersi in una scoperta tanto significativa per l’antropologia e la storia? Presso due tombe di massa sono stati rinvenuti gli scheletri di 80 uomini, 36 dei quali ammanettati con lacci di ferro. L’area non era nuova a scoperte archeologiche importanti: nei suoi 4 mila metri quadrati, negli ultimi decenni, sono stati rinvenuti i resti di circa 1500 persone.

Cosa ci raccontano questi corpi ammanettati? I primi indizi importanti arrivano dai denti che suggeriscono che abbiamo a che fare con individui che hanno incontrato la morte in età giovanile in cui godevano di piena salute. Inoltre pare che il momento della morte sia avvenuto più o meno per tutti in tempi ravvicinati: questo, oltre alle braccia legate, fa pensare a un’esecuzione di massa. E’ stato anche possibile collocare storicamente la vita di questi uomini che doveva essersi svolta tra il 650 e il 625 a.C. ciò è è stato possibile grazie alla presenza di un paio di vasi rinvenuti fra i resti umani; il Ministero della Cultura greco ha confermato la possibile datazione.

Si ipotizza che questo gruppo di giovani uomini abbia preso parte ad un tentativo di colpo di stato di Atene nel VII secolo avanti Cristo. Nel 632 a.C. venne registrato il tentativo di colpo di stato di Cilone, un furbo atleta olimpico ateniese che sfruttò la notorietà conquistata grazie alle sue gesta sportive e l’appoggio del suocero Teagene, tiranno di Megara, per assurgere al trono di Atene come nuovo tiranno. Secondo le cronache del tempo la rivolta non ebbe esito positivo: Cilone riuscì a fuggire abbandonando vilmente i propri uomini assediati e ridotti alla fame che accettarono una mendace garanzia di incolumità in cambio della resa. Ovviamente si tratta, per il momento, di una semplice ipotesi che non trova riscontri certi di un reale legame fra la rivolta e i resti. Non si esclude che in futuro, magari grazie a nuovi elementi rinvenuti, si riuscirà a fugare i dubbi.

piombino news infermiera killer

Scarcerata Fausta Bonino, presunta infermiera killer di Piombino

Pensioni 2017, pensioni anticipate, Cesare damiano lancia un appello a Matteo Renzi e a Paolo Gentiloni

Riforma pensioni 2016 ultime novità: flessibilità e pensione anticipata, Cesare Damiano assicura, in Commissione si cerca l’unanimità