in ,

Grecia, in decine di migliaia riconsegnano le targhe delle auto a causa della crisi

Uno dei segni della crisi economica nel mondo occidentale è il forte calo delle immatricolazioni di auto nuove, oggetto che per alcuni strati della popolazione, una volta abbienti, è divenuto un vero e proprio bene di lusso che non ci si può più permettere.

grecia auto tassa circolazione crisi atene

In Grecia, dove la crisi perdura da ormai sei anni e in modo più violento che altrove, le cose sono addirittura ben peggiori. Infatti qui il problema non è più tanto quello di potersi permettere un’auto nuova, ma bensì di poter sostenere i costi per far circolare il mezzo già posseduto. Nei giorni scorsi ad Atene si sono formate lunghe code davanti agli sportelli degli uffici della motorizzazione perché tante persone stanno restituendo le targhe del proprio mezzo al fine di non pagare per l’anno che verrà la tassa di circolazione. Stiamo parlando di cifre intorno a qualche centinaio di euro o anche oltre i mille euro per le auto di lusso.

Il fenomeno è in atto già da diverso tempo e sono ormai 70mila i greci che nel 2013 hanno rinunciato a poter circolare col proprio mezzo, restituendone le targhe. Contestualmente sta però nascendo un fenomeno parallelo di diffusione di targhe false con cui poter far circolare, in modo evidentemente fraudolento, il veicolo di proprietà.

Written by Vittoria Verdi

Giornalista pubblicista, reporter e copywriter. Appassionata di cinema, simpatizza decisamente per i cani ma sta imparando a relazionarsi ai gatti con risultati soddisfacenti, scrive per svariate testate giornalistiche on line e cartacee. Astemia, vintage prima della moda del vintage e amante dello smalto rosso in ogni sua declinazione.

25 dicembre, gli eventi della storia a Natale

Natale concorso Camst

Natale che storia, concorso letterario