in

Grecia, incendio immane sull’isola di Evia: villaggi evacuati, si lotta contro il tempo

Un incendio immane è divampato nella giornata di ieri, martedì 13 agosto 2019, in Grecia, sull’isola di Evia. Secondo quanto riferito dall’agenzia greca Ana, il rogo – sviluppatosi a partire dalle prime ore del giorno – è avanzato rapidamente a causa dei forti venti che soffiano sull’isola, la seconda più grande del paese. A causa delle fiamme, che si propagavano con rapidità verso le abitazioni, è stato ritenuto opportuno evacuare diversi villaggi e un monastero. Ingente la macchina dei soccorsi all’opera: oltre duecento Vigili del fuoco, cinque elicotteri, 75 camion e sei aerei.

Grecia, incendio Evia: brucia l’isola, Canadair da Italia e Croazia

Nonostante il grande spiegamento di forze, le operazioni di spegnimento dell’incendio si rendono complicate da scarsa visibilità e forti venti: “Le condizioni sono eccezionalmente difficili – ha riferito il premier greco, Kyriakos Mitsotakis, – e la priorità dello Stato è proteggere vite”. Anche il capo della municipalità di Dirfys-Messapia – Yiorgos Psathas – ha confermato: “Stiamo combattendo contro il tempo per contenere le fiamme”. Intanto i villaggi di Kontodespoti, Makrymalli, Stavros e Platana sono stati evacuati e oggi – mercoledì 14 agosto – dopo la richiesta di aiuto all’Unione Europea, è previsto l’arrivo di quattro Canadair da Italia e Croazia. L’incendio in Grecia è divampato vicino ad una zona in cui vive fauna protetta.

Leggi anche —> Ponte Morandi, un anno dopo: nato malato e mai curato

ponte morandi cerimonia

Ponte Morandi, un anno dopo: nato malato e mai curato

Rovigo, anziani maltrattati in una casa di riposo: nove arresti