in ,

Grecia, Turista 22enne beve otto bicchieri di vodka e diventa cieca

Una semplice vacanza in Grecia all’insegna della spensieratezza e del divertimento si è trasformata in un incubo per Hanna Powell, giovane 22enne di origini britanniche. La ragazza si trovava a Zante con alcuni amici e, come qualsiasi serata, aveva deciso di bere un po’. Otto bicchieri di vodka di pessima qualità che, però, contenevano una sostanza molto pericolosa, il metanolo.

Doveva essere solo un momento di libertà e divertimenti, ma dopo quegli otto bicchieri bevuti in un bar di Laganas, la vita di Hanna Powell è cambiata radicalmente. Il mattino successivo alla bevuta, infatti, si è risvegliata in condizioni estremamente gravi. Come ha raccontato la stessa ragazza, infatti: “Mi sono svegliata e vedevo tutto nero intorno a me. Ho chiesto ai miei amici di aprire le tende, ma loro mi hanno detto che la stanza era inondata di luce. Sono caduta in ginocchio. Ero cieca. È stato devastante“.

Hanna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Patrasso, nel Peloponneso. Il dottore che l’aveva in cura, Dimitris Goumenos, ha raccontato: “Quando è arrivata, Hannah era sull’orlo della cecità totale. Aveva una avvelenamento da metanolo, ma i suoi problemi erano molto più gravi“. Il mix di alcolici e metanolo l’hanno quasi uccisa, e ora Hanna, dopo un trapianto, è costretta a vivere nella cecità e con un’insufficienza renale che l’ha costretta alla dialisi.

ferrovie dello stato assunzioni 2017

Ferrovie dello Stato, assunzioni 2017: 1000 offerte di lavoro in arrivo in tutta Italia

omicidio pordenone ultime notizie processo

Omicidio Pordenone news ‘pista bresciana’: il supertestimone che potrebbe scagionare Giosuè Ruotolo