in ,

Green Day, Billie Joe Armstrong e Revolution Radio: “Così siamo cambiati”

I Green Day, dopo quattro anni di assenza, sono tornati con una carica micidiale. Il 7 ottobre arriverò egli store il nuovo lavoro discografico dal titolo Revolution Radio e, intanto, il front-man della band, Billie Joe Armstrong, continua a rilasciare interessanti dichiarazioni. Dopo aver paragonato Donald Trump a Hitler, infatti, la star dei Green Day ha ammesso come tra le sue più grandi passioni ci sia il cinema italiano: “Amo Sophia Loren, cittadina onoraria del punk rock.” ha dichiarato in una lunga intervista concessa ai microfoni di Repubblica. I Green Day, con Revolution Radio, ammettono di essere cambiati sotto ogni aspetto. “Il nuovo album è nato a Manhattan due anni fa quando sono rimasto imbottigliato nel traffico per una marcia di protesta contro il verdetto del Gran Giurì sul caso Eric Garner: gli afroamericani ammazzati dalla polizia, ci risiamo.”

>>> GREEN DAY, TUTTO SUL NUOVO ALBUM

Billie Joe Armstrong, 44 anni, si sente ancora giovane dentro e per questo si è messo in marcia insieme al resto del corteo: “Mi sono mescolato a loro, ho suonato la batteria e il bongo mentre tutti chiedevcan giustizia.” Ma cosa bisognerà aspettarsi dal nuovo album, Revolution Radio? “Un suono molto più crudo, a partire da Bang Bang, canzone piena di sparatorie di massa, sembra tratta da un film di Clint Eastwood.” L’obiettivo della musica dei Green Day è quello di portare una riflessione su temi sociali come, ad esempio, il commercio delle armi: “Manca una legge, vogliamo far passare un messaggio importante senza slogan politici.”

>>> DONALD TRUMP COME HITLER

Il front-man dei Green Day ammette il suo “odio” verso coloro i quali stanno incollati al telefono ventiquattro ore su ventiquattro: “Io di dipendenze me ne intendo ma una chitarra in faccia la lancerei a chi vuole sorvegliare il mondo, continuamente.” E poi un pensiero speciale per un’icona della grande musica: “L’addio di David Bowie mi ha scosso – conclude Armstrong ai microfoni de La Repubblica – abbiamo perso anche Prince e Lemmy dei Motorhead. Perché vanno via sempre i migliori?”

Concorso scuola bocciata metà professori

Concorsone scuola 2016: bocciati metà dei professori, cosa accadrà ora?

Calciomercato Juventus News

Calciomercato Juventus News: Matuidi, offerta aumentata, no a Schweinsteiger