in ,

Gregorio Paltrinieri compie 21 anni: una vita tra vasche, record e passione

Quando si dice che anche i campioni sono umani, si intende ridimensionare la figura quasi mitologica che questi assumono quando salgono sul tetto del mondo, conquistando record e infrangendo ostacoli fisici insormontabili per la maggior parte degli essere umani. Perciò sapere che oggi 5 settembre Gregorio Paltrinieri compie 21 anni, lo rende decisamente più umano. Un destino segnato quello del giovane nuotatore carpigano, che già dai primi mesi di vita era stato immerso in quello che sarebbe poi diventato il suo elemento, l’acqua.

Allenato dal padre, un’ex nuotatore agonista di buon livello, Greg, come viene soprannominato, esordisce nella rana, che poi lascerà per lo stile libero, suo inconfondibile segno distintivo. Prima però di arrivare al trionfano nei Mondiali di Kazan 2015, nei quali conquistò prima l’argento negli 800 m dietro al cinese Sun Yang col nuovo record europeo di 7’40″81 e poi vinse, per la prima volta nella storia per un italiano, la medaglia d’oro dei 1500 m col nuovo record europeo della distanza, Paltrinieri mostrò al mondo il suo talento a soli 16 anni.

Era infatti il 2011 quando vinse i 1500 m stile libero al “48º Trofeo Sette Colli” in 15’04″90, realizzando la quarta migliore prestazione italiana di sempre e migliorando persino il proprio personale di circa quindici secondi: insomma una partenza con il botto! Da quel giorno sono seguiti molti altri successi importanti, come la medaglia d’oro ai Campionati europei di Debrecen e il nuovo primato continentale in 14’39″93 realizzato agli Europei di Berlino 2014, cancellando il record di Jurij Prilukov che resisteva dalla finale olimpica del 2008. Gregorio Paltrinieri però non è solamente acqua, nuoto e stile libero, ma basket, quello che il giovane campione ha nel cuore e sperava di praticare da adulto: non gli è andata poi tanto male!

spotlight keaton papa

Spotlight, Venezia 72 recensione: doppia ricerca, perché non in concorso?

incheista bis marco pantani archiviazione

Caso Marco Pantani, chiesta archiviazione indagine bis: morte “senza ombre”