in

Greta Thunberg discorso Onu pieno di rabbia: «Parlate solo di soldi e fiabe sulla crescita economica!»

Piange, si dispera, si infuria. Con la rabbia di chi non vuole arrendersi, quella rabbia mista ad orgoglio che appartiene agli adolescenti che vogliono rendere il mondo un posto migliore, o perlomeno, diverso da come lo hanno trovato, Greta Thunberg ha attaccato duramente i leader mondiali presenti al Climate Summit in corso al Palazzo di Vetro. La giovane attivista svedese per lo sviluppo sostenibile, che da mesi marina la scuola per lottare contro il cambiamento climatico, ha tuonato contro i potenti della terra, politici ed economisti.

Greta Thunberg discorso Onu pieno di rabbia: «Siete capaci di parlare di soldi e fiabe sulla crescita economica!»

«Il mio messaggio è che vi osserveremo. Tutto ciò è sbagliato. Non dovrei essere qui. Dovrei stare a scuola, dall’altra parte dell’oceano. Venite da noi giovani per avere speranza. Come osate? Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote, eppure sono una delle più fortunate!», ha sottolineato Greta Thunberg, visibilmente emozionata, aggiungendo: «Tante persone stanno soffrendo, stanno morendo, interi ecosistemi stanno crollando!. Abbiamo mostrato che siamo uniti, e che noi giovani siamo inarrestabili!», ha dichiarato con forza la sedicenne seduta accanto al segretario generale dell’Onu Antonio Guterres. Un video che sta facendo il giro del mondo e che esprime tutta la disperazione di chi da tempo si batte per il clima. «Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E l’unica cosa di cui siete capaci di parlare sono i soldi e le fiabe sulla crescita economica eterna. Come vi permettete?», ha affermato Greta Thunberg, che si è scagliata contro la classe dirigente.

In tempi cupi come i nostri Greta Thunberg ha dovuto mettere da parte i libri di scuola e le frivolezze della sua età per improvvisarsi Maciste

«Oggi non ci state presentando soluzioni o piani in linea con queste cifre. Perché questi numeri sono troppo scomodi. E non siete abbastanza maturi per dire le cose come stanno. Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento. Gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi. E se scegliete di fallire, non vi perdoneremo mai», ha concluso Greta Thunberg e sono parole che pesano come pietre, soprattutto perché a pronunciarle è una ragazzina esile dalla trecce bionde, che in tempi cupi e difficili come i nostri ha dovuto mettere da parte i libri di scuola e le frivolezze della sua età per improvvisarsi Maciste. E di massi la Thunberg ne ha scagliati parecchi: il vertice delle Nazioni unite arriva proprio perché lo scorso venerdì 20 settembre 2019, circa 4 milioni di persone in tutte le città del mondo sono scese in piazza a manifestare per la difesa dell’ambiente.

Trump arriva in ritardo: Angela Merkel è conquistata dalle parole dell’attivista svedese

E l’appello di Greta Thunberg non è passato inosservato. La cancelliera tedesca Angela Merkel, che ha incontrato a margine del vertice Onu l’attivista svedese di Fridays for Future, arrivata negli Stati Uniti via mare accompagnata da Pierre Casiraghi, ha detto che è un dovere «combattere il riscaldamento globale con l’innovazione, la tecnologia e il denaro». Chi invece non ha neppure ascoltato il discorso della giovane Greta è stato Donald Trump, arrivato in ritardo all’incontro. L’ex presidente degli Usa Barack Obama ha invece esaltato la Thunberg: «A soli 16 anni Greta Thunberg è già tra i più grandi difensori del nostro pianeta. Riconoscendo che sarà la sua generazione a dover gestire i danni del cambiamento climatico, non ha paura di spingere per una vera azione. Lei incarna la nostra visione alla Fondazione Obama un futuro delineato da giovani leader come lei», ha scritto il politico 58enne afroamericano su Twitter.

leggi anche l’articolo —> Chi è Greta Thunberg, la 16enne diventata una leader dell’ambientalismo 3.0

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Autostrade in tempo reale oggi 24 settembre 2019

Autostrade in tempo reale oggi 24 settembre 2019: traffico, incidenti, cantieri

Alessia Prete Instagram, ‘davanzale’ esagerato e prominente: «Ma che tette te sei fatta?»